Po Val d’Agri, fondi al Comune di Roccanova per l’allacciamento al gas metano

Nell’ambito del Po Val d’Agri, la Giunta regionale ha deliberato l’assegnazione di 2.600.000 euro al Comune di Roccanova. Si tratta di un contributo straordinario, che servirà al completamento della rete di adduzione del gas metano nel paese della Val d’Agri. Il finanziamento al programma regionale di metanizzazione è uno dei punti dell’intesa tra Regione ed Eni sottoscritto nel 1998. I fondi delle royalty hanno consentito lavori per la rete del gas metano in otto Comuni dell’area interessata all’estrazione del petrolio. A Roccanova con una prima tranche di fondi regionali è stata realizzata la rete di distribuzione del gas ed ora, con quest’ultimo contributo, sarà possibile portare il metano negli edifici pubblici e privati.

“E’ un passo importante – ha dichiarato il presidente della Regione, Vito De Filippo – per contribuire allo sviluppo delle piccole realtà della Val d’Agri. E’ un vantaggio per i cittadini e anche per le imprese che hanno investito, o ne hanno l’intenzione, potendo contare su una migliore dotazione infrastrutturale. Trova compimento un processo iniziato da tempo, molto atteso, che consentirà di alleggerire la bolletta energetica nel territorio interessato. E’ un risultato ottenuto dall’utilizzo delle royalty e dei fondi del Po Val d’Agri. Ma al petrolio, però, la Basilicata continuerà a chiedere di più in termini di sicurezza ambientale, salute, occupazione e sviluppo”.

“Si tratta di un’occasione per accrescere la competitività delle imprese e per rafforzare i fattori attrattivi del territorio – ha affermato l’assessore alle Attività produttive, Erminio Restaino – un provvedimento che si muove in perfetta coerenza con le politiche di sviluppo industriale messe in campo dal Dipartimento e completa un investimento già effettuato, dando risposte concrete al tessuto imprenditoriale della Val d’Agri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *