Porto di Taranto, Ance chiede la conferma della gestione Sergio Prete

“Come Ance Taranto ci uniamo a quanto emerso dal dibattito che, nel corso delle ultime settimane, ha visto l’unanime convergenza di tutte le forze politiche, economiche e sociali sulla prosecuzione della gestione Sergio Prete per l’Autorità di sistema portuale del Mar Ionio”. È quanto ha dichiarato Fabio De Bartolomeo, presidente Ance Taranto, in vista della nomina del nuovo presidente dell’Authority.
Secondo l’Ance la riconferma di Sergio Prete è una scelta, auspicabile, che va nella direzione di una continuità amministrativa necessaria per proseguire gli interventi di infrastrutturazione e potenziamento del Porto di Taranto. “Taranto, in forza della sua forte dotazione finanziaria, è oggi proiettata verso scenari importanti di cambiamento e rafforzamento, scenari che impongono di procedere con speditezza, senza più alcun indugio. – ha detto De Bartolomeo – Ci attendiamo, in particolare, che le opere pubbliche avviate, o ancora da avviare, possano presto giungere a conclusione. L’Autorità di sistema portuale, infatti, è chiamata oggi a garantire il rispetto dei cronoprogrammi degli importanti investimenti che sono in atto e ad attivarsi per giungere ad una rapida conclusione dei procedimenti amministrativi ancora in itinere per l’avvio degli altri interventi in programma. Il porto di Taranto, nonostante la crisi degli ultimi anni, movimenta un tale volume di traffico merci da annoverarlo fra i più attivi tra porti italiani; la ripresa del traffico containerizzato e l’imminente sviluppo del mercato crocieristico portano a considerare consolidato un significativo ulteriore rilancio delle attività portuali, con relativo prossimo incremento delle attività di imbarco, sbarco e transito di marittimi e passeggeri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *