Presentato dall’Unpli Basilicata il progetto di servizio civile per valorizzare i borghi lucani

E’ stato presentato sabato nella sala Carlo Levi di Palazzo Lanfranchi il progetto di servizio civile dell’ Unpli Basilicata che mira alla valorizzazione dei borghi lucani in vista di Matera Capitale Europea della Cultura per il 2019. “Basilicata: una bella scoperta” è il titolo del progetto Unpli che coinvolge 36 giovani volontari lucani che per un anno svolgeranno attività presso le Pro Loco di Acerenza, Avigliano, Armento, Barile , Calciano, Cirigliano, Filiano, Gallicchio, Maratea, Metaponto, Montalbano, Montescaglioso,  Oliveto, Pignola, Pietrapertosa,  Ripacandida,  Salandra,  San Severino, Spinoso,  Stigliano,  Valsinni e Viggiano. Durante la prima giornata di formazione generale prevista dal progetto, presieduta dalla dirigente del Polo Museale della Basilicata, Marta Ragozzino, dopo il saluto del Presidente del Consiglio Comunale di Matera e Presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli, il quale ha consegnato la piena disponibilità ad una stretta sinergia ed un sostegno concreto all’attività, sono intervenuti Pierfranco De Marco, Consigliere Nazionale Unpli, il quale ha annunciato “abbiamo intenzione di presentare come Unpli un progetto speciale di servizio civile nazionale  legato alla designazione di Matera capitale europea della Cultura per il 2019, in grado di creare le condizioni per un’ampia promozione regionale coinvolgendo le Pro Loco accreditate al servizio civile nazionale”, e il Presidente della Pro Loco Sassi di Matera, Luigi Belgrano che nel salutare gli ospiti ringraziando l’Unpli per il coinvolgimento ha rimarcato “da sempre siamo impegnati nella promozione ed accoglienza turistica delle bellezze storiche, artistiche e monumentali, non ultimo la collaborazione nella realizzazione del Presepe Vivente Dies Natalis che ha visto proprio le nostre Pro Loco protagoniste con i loro figurati volontari nel suggestivo scenario dei Sassi di Matera”. Prezioso l’intervento di Elena Tarasco, in rappresentanza dello Iat – informazioni e accoglienza turistica del Comune di Matera che ha raccontato la loro esperienza fornendo ai giovani volontari gli strumenti essenziali per una corretta attività di promozione turistica. Il Presidente regionale dell’Unpli – Unione Pro Loco Basilicata, Rocco Franciosa nel suo intervento ha sottolineato “grazie ai progetti di servizio civile i giovani hanno una bella opportunità di vivere un’esperienza nel mondo Pro Loco contribuendo da protagonisti attivi alla salvaguardia del patrimonio materiale ed immateriale, e all’attività di valorizzazione turistica culturale della nostra regione”. A Saveria Catena, Consigliera regionale Unpli e Vito Sabia, segretario del collegio dei probiviri Unpli, il compito di trattare gli argomenti della formazione generale: carta impegno etico, diritti e doveri dei volontari, presentazione ed obiettivi del progetto. Nel corso della prima giornata formativa i giovani volontari si sono presentati ed hanno illustrato brevemente le località di attuazione del progetto per un momento di conoscenza e socializzazione. Ad inizio lavori gli intervenuti alla manifestazione hanno osservato un minuto di silenzio in ricordo delle vittime della tragica slavina di Rigopiano e le vittime del terremoto che ha colpito le zone del Centro Italia, con un plauso ai soccorritori,  militari e volontari per tutto l’impegno che stanno mettendo in campo a sostegno delle famiglie colpite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *