Preview Foggia-Matera

Un posticipo di alta classifica tra due squadre ambiziose. Foggia-Matera è la gara clou della 22esima giornata del girone C della Lega Pro. Il calendario ha riservato per il Matera due confronti con le prime della classe; domenica scorsa la Casertana, superata con merito per 2-1, lunedì 15, invece, la neo-capolista pugliese, vittoriosa a Melfi. In casa materana l’entusiasmo è a mille, come ha confermato il vice capitano, Marino Bifulco: “Mister Padalino (ex della gara, essendo foggiano di nascita ed ex calciatore del Foggia, ndr) è stato molto bravo a preparare la partita contro la Casertana. Siamo entrati in campo con la giusta cattiveria e siamo stati molto bravi a non far giocare la Casertana come era abituata a fare. I meriti sono tutti nostri, perché in questo periodo stiamo ottenendo ottimi risultati. Andremo allo ‘Zaccheria’ per disputare il nostro match, come abbiamo sempre fatto in tutte le altre partite, e giocarcela, anche se sappiamo che non sarà per niente facile visto che di fronte ci troveremo degli avversari veramente molto forti”. La formazione non dovrebbe essere molto diversa da quella vista dal 1’ contro la Casertana.
Il clima è dei migliori anche in casa Foggia, reduce dal passaggio del turno in coppa contro l’Akragas. Rispetto alla gara contro i siciliani, mister De Zerbi proporrà la formazione tipo, quella che ha permesso ai rossoneri di issarsi al comando della classifica. A parlare alla vigilia della gara contro il Matera è stato Maurizio Lanzaro, prelevato dalla Salernitana. “Qui si sta come in famiglia, non ho avuto difficoltà ad ambientarmi e sono pronto a sacrificarmi per raggiungere l’obiettivo conclamato, la promozione in B, anche perché giochiamo il miglior calcio della categoria. La panchina non mi spaventa, a Melfi, quando sono entrato in campo, ho cercato subito di dare il mio apporto. Possiamo migliorare ulteriormente, il mister sta facendo un lavoro enorme, e credo che saremo al top per il rush finale. Quest’anno la lotta per il primo posto però sarà molto più dura, perché ci sono anche Benevento e Lecce in lizza”.
La vigilia della sfida è stata caratterizzata dalla vicenda del caro-prezzi. La società rossonera, infatti, ha stabilito in 30 euro (più prevendita) il costo del biglietto per il settore riservato ai tifosi ospiti muniti di Fidelity Card. Da Matera la reazione è stata molto piccata, perché in molti avrebbero fatto uno sforzo per esserci allo Zaccheria. A ciò bisogna aggiungere anche la polemica sulla data della gara, inizialmente prevista per domenica, ma poi posticipata a lunedì alle 18 per motivi di ordine pubblico, dato che proprio domenica la salma di Padre Pio giungerà nella città dauna. Il Foggia ha chiesto alla Lega di far slittare il calcio d’inizio alle 20.30, ma il Matera ha rigettato la richiesta. In molti hanno visto una piccola vendetta che il Foggia ha consumato nei confronti del Matera, dato che nella gara d’andata i supporter rossoneri hanno sborsato 20 euro per poter assistere all’incontro, anche se la società lucana ha riservato questo ‘trattamento’ a tutte le tifoserie ospiti. Di certo, non è un bel modo per accogliere una gara tra due compagini gemellate, unite dal ricordo di Franco Mancini, materano doc ed indimenticato portiere del Foggia di Zeman. Per la cronaca, davanti alla tribuna dello stadio foggiano campeggia uno striscione, a firma ‘Ciurma’, che recita: ‘No al caro prezzi Sempre. Il calcio è della gente’.
La sfida sarà arbitrata dal signor Niccolò Pagliardini di Arezzo, coadiuvato dagli assistenti
Mokhtar di Lecco e Vono di Soverato (CZ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *