Progetto E.P.E.I.T.E., valorizzazione del patrimonio in 6 paesi

Francia, Spagna, Polonia, Portogallo, Romania e Italia. Sei paesi a confronto per sviluppare un sistema che consenta agli studenti delle rispettive scuole di immaginare percorsi di promozione turistica. All’incontro hanno partecipato: il presidente della Provincia Franco Stella, il vice presidente della giunta Giovanni Bonelli, il presidente del Consiglio provinciale Aldo Chietera, l’assessore alla Pubblica istruzione Antonio Montemurro, l’assessore alla Formazione Salvatore Auletta, la presidente della VI Commissione Giovanna Vizziello, il capo di gabinetto Damiano Porcari, il preside dell’ITC Loperfido Vincenzo Duni, la coordinatrice del progetto Franca Miserocchi, il referente scolastico per la Polonia Robet Zalevski, la referente per la Francia Eveline Roussillon, la referente del Portogallo Isabel Armorin, la referente per la Romania Elena Alina Oprea e la referente per la Spagna Rosa Fuerte.

Il presidente Stella ha sottolineato come: “proprio quando l’ITSC Loperfido si appresta a festeggiare il cinquantesimo anniversario della costruzione del nuovo edificio, attuale sede dell’istituto, si concretizza una opportunità di dialogo così importante. Tutto in un momento europeo così economicamente e politicamente difficile per l’Italia, diventa testimonianza di un confronto che rimette al centro una Europa che dialoga e cresce.” “Una Europa – ha sottolineato il presidente Chietera – che parla il linguaggio della pace costruita da e per i giovani studenti che nel futuro stanno investendo attraverso la partecipazione a progetti come questi. ” Sulla validità della dimensione internazionale si è espressa la consigliera Vizziello che ha ricordato come: “la Provincia sia in prima fila sul fronte della destagionalizzazione del turismo che sta portando avanti con la Finlandia. Una apertura mentale che rimane, in ogni ambito, la condizione imprescindibile per dare vita a quella contaminazione culturale fonte di qualsiasi progresso.” Anche il preside Duni ha voluto ribadire l’importanza di saper leggere questi momenti costruttivi che dimostrano: “come l’Europa che funziona riguarda anche noi che, insieme, sappiamo costruire esempi di buone pratiche.” L’incontro si è concluso con la consegna ai rappresentanti europei dei volumi che raccontano la provincia e della litografia che riproduce il dipinto che il prof. Lisanti ha preparato per il 50° anniversario del trasferimento dell’ITC Loperfido e che sarà inaugurato il prossimo 19 novembre.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *