Progetto “Sbam a Scuola 2020”, la nota di Piemontese e Giannini

Parte il prossimo lunedì 17 febbraio in Puglia il progetto SBAM A SCUOLA edizione 2020 che prevede la selezione (già effettuata lo scorso martedì presso la sede del CONI a Bari, dopo l’avviso pubblico online) di 40 esperti laureati in Scienze Motorie che entreranno nelle 263 terze classi delle scuole elementari pugliesi che hanno aderito al progetto.

 

SBAM A SCUOLA è un progetto promosso e finanziato, da molti anni, dalla Regione Puglia e realizzato dall’USR PUGLIA (Ufficio Scolastico Regionale), dall’Università agli Studi di Foggia, dal Comitato Regionale Puglia del CONI e dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP), in condivisione fortemente attiva degli assessorati regionali allo Sport per Tutti, alla Salute e Welfare ed ai Trasporti.

 

 “Abbiamo inteso proporre alle scuole primarie per questo anno scolastico – hanno  detto gli assessori regionali coinvolti Raffaele Piemontese e Giovanni Giannini – una best practice che consiste in un intervento didattico, educativo, integrato, interdisciplinare e trasversale per sensibilizzare i bambini, sin dagli 8 anni di età, ad una sana e corretta alimentazione, con buone abitudini alimentari, e ad un trasporto attivo e mobilità sostenibile (pedibus etc). Gli esperti selezionati, laureati in scienze motorie dovranno affiancare l’insegnante di Educazione Fisica per lo svolgimento delle esperienze di pedibus, le carovane di bambini che vanno a piedi a scuola in gruppo, accompagnati da due adulti, e per lo sviluppo dei percorsi interdisciplinari di educazione alle corrette abitudini alimentari. Sono molti anni – hanno concluso gli assessori – che la Regione Puglia sostiene il progetto SBAM A SCUOLA e continuerà a farlo, aprendosi sempre di più all’esterno consapevole che questo modello di formazione e sensibilizzazione sta diventando un modello apprezzato e una buona pratica anche a livello europeo”.

 

L’edizione 2019/2020 del progetto è rivolta alle classi Terze delle Istituzioni scolastiche che hanno aderito e prevede lo svolgimento da parte dell’Esperto Sportivo Scolastico di un massimo di 22 ore di attività per ciascuna classe assegnata, ripartite in 18 ore di copresenza con il Docente titolare della classe (1 ora a settimana) e in 4 ore per le attività di monitoraggio (TEST).

 

Le scuole partecipanti hanno aderito contestualmente alle tre Azioni regionali: Sbam, Pedibus, Progetti sulla corretta alimentazione inseriti nel Piano Strategico Regionale per la Promozione della Salute nella scuola per l’anno scolastico 2019/2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *