Provincia di Matera: Bilancio di previsione 2013

Provincia di MateraSe il voto unanime al bilancio di previsione della Provincia di Matera sia un fatto storico non lo so, ma non v’è dubbio alcuno che tale risultato sia stato raggiunto grazie alle varie forze di minoranza di centrodestra che non hanno mai smesso di  esprimere e praticare sin dal primo giorno un’opposizione moderna, propositiva e costruttiva. Esercitando il ruolo di presidente della commissione bilancio e capogruppo del PDL, nel consiglio del 2 ottobre ho svolto un’analisi tecnica, scevra da pregiudizi demagogici, rappresentando all’intero consiglio l’unica realtà possibile contenuta nel documento di programmazione, realtà per molti aspetti non dissimile dai giudizi severi espressi negli anni precedenti. Consapevole dell’importante ruolo che può e deve svolgere una forza di minoranza, nella mia esposizione ho evidenziato aspetti oggettivi positivi e negativi. Fatti importanti per l’economia del territorio sono rappresentati dal rispetto del patto di stabilità, conseguito anche grazie al decreto legge n. 35/2013 che ha reso possibile lo sblocco di 17 milioni di euro per il pagamento dei debiti per investimenti, nonché la presenza di circa 20 milioni di euro destinati alla viabilità provinciale. Tra le criticità ho inteso ricordare l’elevatissimo grado di rigidità della spesa corrente 96% che sottrae risorse allo sviluppo, l’aumento della pressione tributaria a causa dei minori trasferimenti statali, la mancata valorizzazione e dismissione dei beni patrimoniali, la bassissima spesa per le politiche di sviluppo del sistema produttivo, l’agricoltura, il turismo, lo sport, l’ambiente e la difesa del suolo, a causa dello strabismo della Regione Basilicata governata da troppo tempo dal centrosinistra. Le ragioni che hanno portato al voto unanime sono la naturale conseguenza di un atteggiamento di apertura e di ascolto del presidente Stella alle istanze dei consiglieri, che ha reso possibile raggiungere importanti traguardi anche grazie all’apporto delle minoranze: equità nella ripartizione dei fondi per il dissesto idrogeologico finanziando per esempio le ss.pp. della Rabatana, la Policoro-Tursi, la Nova Siri Marina-Centro c.da della Sulla; il finanziamento del progetto IVAM con estensione degli interventi alle pinete di Nova Rotondella e Nova Siri; il prolungamento del servizio bus navetta per l’aeroporto di Bari; le recenti risposte a varie esigenze per quanto concerne il trasporto e l’edilizia scolastica. In questi ultimi mesi di consiliatura il PDL e le altre forze di minoranza non faranno mancare ulteriori apporti e daranno il proprio sostegno per raggiungere ulteriori e condivisi obiettivi: utilizzo di alcuni milioni dell’avanzo di amministrazione per investimenti; rimodulazione di alcuni fondi della compensazione ambientale per i siti nucleari; inserimento fra le opere da finanziarie con l’istituendo fondo di cui all’art. 16 del DL “Liberalizzazioni” di infrastrutture  come “Le Vie del Mare”, la Matera Sud, la Matera-Gioia del Colle, il raddoppio della Matera-Ferrandina; concretizzare una centralità nei rapporti con l’ente regione per l’approvazione definitiva del Piano Provinciale dei Trasporti risolvendo così il problema dei collegamenti con l’aeroporto di Bari, l’ottenimento di adeguate risorse per la manutenzione delle aree boscate del metapontino, la rimodulazione dei fondi PIOT destinati al turismo non spesi nella provincia di Potenza e che potrebbero finanziare gli investimenti già programmati dagli imprenditori della Costa Jonica e della città di Matera. Per tutti questi motivi, dunque, il PDL ha espresso un voto favorevole che potrebbe essere confermato l’anno prossimo in sede di consuntivo sulla base degli obiettivi che saranno raggiunti. Da posizioni politiche diverse possiamo lavorare per obiettivi comuni. La realtà e la nostra gente ci chiedono responsabilità e atti concreti per un presente meno duro e per un futuro migliore. La storia la fanno gli uomini, a Dio piacendo.

Antonio Stigliano

Capogruppo PDL Provincia di Matera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *