Puglia – Anticimex Italia: con il caldo estivo tornano le zanzare. Ecco come difendersi

Il clima incerto degli ultimi giorni ha visto anche l’arrivo della prima ondata di caldo, soprattutto nel Centro e Sud Italia, dove le temperature hanno superato i 30 gradi . Ma se da un lato la bella stagione farà felici tante persone , dall’altro ecco che ricomincia l’incubo delle zanzare , in grado di “ disturbare ” le giornate e le nottate a milioni di italiani . Come prepararsi? Anticimex , azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, vuole sfatare i tanti falsi mit i , purtroppo ancora molto diffusi. Tra i più celebri: incidere delle X con le unghi e sui pomfi per dar e sollievo dalle puntu re, spegnere tutte le fonti di luce per evitare l’invasione nelle mura domestiche , esporre sui balconi piante (per lo più aromatiche) come barriera di difesa dai famelici ospiti. Se però tutti questi rimedi sono infondati, q uali sono i suggerimenti per prevenire e limitare la proliferazione del le zanzare ? Ecco una guida pratica con i consigli di Anticimex : 1. Ev itare l’accumulo di acqua in contenitori esterni (vasi da fiori, bottiglie e altri contenitori che possono contenere l’acqua) per impedire che diventino terreno fertile per le zanzare ; 2. C oprire i serbatoi di stoccaggio dell’acqua per uso domestico in modo che le zanzare non possano entrarci ; 3. N on accumulare i rifiuti , ma buttarli via in sacchetti di plastica chiusi conservati in bidoni della spazzatura coperti ; 4. Svuot a r e periodicamente scarichi che possono causare ristagni d’acqua ; 5. Verificare che le finestre apribili siano dot ate di zanzariere ; 6. Nelle abitazioni con giardini o aree verdi usare le nuove tecnologie con sistemi di disinfestazione automatica ; 7. Utilizzare repellenti efficaci sulle parti del corpo esposte . “ Nel le abitazioni con giardini o aree verd i , l e nuove tecnologie possono aiutare sensibilmente i cittadini a difendersi dalle zanzare – afferma Valeria Paradiso, Responsabile Tecnico di Anticimex Italia – . A ttraverso sistemi di disinfestazione a utomatica si possono programmare giorni e or ari di intervento, nebulizzando prodotti specifici o repellenti 100% naturali nei momenti più idonei ed in assoluta autonomia . Ma per bloccarne la diffusione all’origine è essenziale agire sul fattore prevenzione, con la collaborazione attiva delle amministrazioni , che devono pianificare, insieme a esperti del settore, interventi mirati e continuativi almeno da marzo a tutto ottobre. Ma altrettanto importante è il ruolo dei cittadini, fondamentale per tenere in ordine le aree private ed evitare i ristagni d’acqua.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *