Puglia, statale 275 “di Santa Maria di Leuca”: Anas ha illustrato ad Istituzioni ed Enti Locali i lavori di ammodernamento del primo lotto funzionale, compreso tra Maglie e Montesano Salentino

Si è tenuto oggi, presso la sede dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Puglia, alla presenza – tra gli altri – di rappresentanti di Anas, della Regione e dei Comuni interessati dall’intervento, un incontro tecnico finalizzato a fare il punto sui lavori di ammodernamento ed adeguamento della strada statale 275 “di Santa Maria di Leuca”.
Nel corso dell’incontro Anas ha illustrato le modalità di realizzazione della prima tranche dell’opera, consistente in un primo lotto funzionale di circa 18 km compreso tra Maglie e Montesano Salentino, in provincia di Lecce. Nel merito, ribadendo la ferma volontà di realizzare l’opera, Anas ha confermato l’intenzione di avviare una nuova gara d’appalto nei tempi più brevi, sulla base della revisione progettuale (project review), condivisa con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e la Regione Puglia.
L’intervento previsto consiste nell’allargamento dell’attuale statale 275 con collegamento alla zona industriale di Surano, allo scopo di attribuire all’arteria stradale le caratteristiche di strada di categoria B, classificata secondo il Decreto ministeriale del 2001 come strada extraurbana principale.
Durante il tavolo tecnico Anas ha esposto anche una serie di prime valutazioni relative alla realizzazione del restante tratto (tra Montesano Salentino e Santa Maria di Leuca), per il quale si stanno verificando le migliori soluzioni progettuali possibili, al fine di sviluppare quella più idonea e sostenibile, di concerto con gli Enti e le Istituzioni locali, anche in esito ad ulteriori indagini e accertamenti da svolgere lungo il tracciato. Al termine dell’incontro, la Regione Puglia ha preso atto con favore del lavoro svolto da Anas, ed i Comuni, pur nelle diverse sensibilità, hanno condiviso il modus operandi individuato che consente un notevole contenimento dei tempi e dei costi di realizzazione.
Anche Anas, dal canto proprio, ha ringraziato tutti i presenti ed in particolare la Regione per aver accettato di dirigere il coordinamento di una cabina di regia con gli altri enti interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *