Ragazzo disabile pugliese aggredito da operatore socio-educativo-riabilitativo

“Se la notizia dell’aggressione ad un ragazzo affetto dalla sindrome di Down da parte di un operatore di un centro diurno dovesse risultare vera, sarebbe di una gravità inaudita e, come Governo regionale, non esiteremmo a prendere gli adeguati provvedimenti”. Lo ha affermato l’assessore regionale al Welfare Salvatore Negro commentando la notizia apparsa oggi su alcuni giornali secondo i quali un ragazzo down sarebbe stato aggredito da un operatore in un centro diurno socio-educativo-riabilitativo.
“Notizie come queste ci lasciano senza parole, anche se preferiamo attendere l’esito delle indagini avviate dagli organi competenti prima di esprimere affrettati giudizi. Siamo certi che gli inquirenti sapranno fare chiarezza su quanto avvenuto nel centro diurno di Bari e se saranno accertate eventuali responsabilità non esiteremmo a trarre le dovute conseguenze. Non sarà certo un episodio singolo ed isolato a vanificare l’impegno profuso dalla Regione Puglia e dai Comuni pugliesi per assicurare i servizi necessari a tutti i disabili, compresa la gestione dei centri diurni dove svolgere adeguate e formative relazioni sociali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *