Regione Puglia approva proposta di legge sulle norme a contrasto della violenza di genere

Durante i lavori della Commissione sanità pugliese, presieduta da Paolo Pellegrino, è stata approvata a maggioranza, con l’astensione di Mimmo Santorsola (NsP), la proposta di legge a firma Galante (M5S) e Turco (PcE) che modifica la legge regionale 29/214 sulle norme di contrasto della violenza di genere, il sostegno alle vittime, la promozione della libertà e dell’autodeterminazione delle donne.

Con il testo approvato, frutto dell’unificazione di due distinte proposte, si intende istituire nelle Aziende sanitarie e ospedaliere, un percorso di protezione a tutela delle persone vittime della violenza, con particolare riferimento alle vittime di violenza sessuale, maltrattamenti o atti persecutori e la definizione di apposite linee guida nazionali che permettono di rendere operativo il percorso.

Con un apposito articolo si disciplina l’istituzione del “Percorso Rosa” all’interno delle strutture ospedaliere sede di Dipartimenti d’Emergenza e Accettazione di I e II livello o di Pronto Soccorso.

Per “Percorso Rosa” si intende un protocollo di intervento che mira ad assicurare la massima tutela alle vittime di ogni forma di violenza sessuale o domestica mediante l’attivazione di un percorso di accoglienza-assistenza dedicato. Spetta poi alla Giunta regionale approvare le linee guida allo scopo di fornire orientamenti organizzativi alle ASL, le quali dovranno organizzare il “servizio rosa” all’interno delle proprie strutture e relativo codice di accesso rosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *