Regione Puglia, definito il Programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia “Piattaforma ArTVision +”

Promuovere le destinazioni meno popolari, attraverso la valorizzazione del loro patrimonio culturale materiale e immateriale. E’ questo l’obiettivo del progetto ArtVision+ e della sua piattaforma, il cui funzionamento è stato presentato agli operatori del turismo e della cultura durante il workshop in programma oggi al Cineporto di Bari alla Fiera del Levante.

Un progetto che vede impegnata l’Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione in qualità di partner, insieme alla Fondazione Pino Pascali – Museo di Arte Contemporanea, e all’Ufficio del Turismo della Regione del Quarnero, all’Agenzia di sviluppo della Contea di Spalato – Dalmazia, all’Università Ca Foscari di Venezia e alla Regione del Veneto, oltre alla Contea di Primorje-Gorski Kotar come capofila.

Il primo obiettivo della piattaforma online è affermarsi come luogo virtuale per una vera cooperazione tra stakeholders culturali; il secondo è dare informazioni sugli eventi culturali che si svolgono in una determinata regione in modo da promuoverne lo sviluppo turistico in generale e quello culturale in particolare.

La cooperazione tramite questa piattaforma IT mira inoltre a facilitare l’organizzazione di eventi transfrontalieri e a rafforzare in tal modo la cooperazione in corso tra i due paesi, per la creazione di un turismo basato sul patrimonio culturale. Oltre al prisma culturale, sulla piattaforma è anche possibile trovare percorsi turistici alla scoperta delle bellezze naturali locali, con piste ciclabili, escursioni e altre opportunità per vacanze attive.

 Il workshop –  con i contributi di Carmela Antonino– Responsabile Progetti Speciali  di Pugliapromozione -su “Il progetto ArtVision: la strategia, gli obiettivi e gli strumenti”; Mara Maggiore – Osservatorio sul Turismo – su “Destinazione Puglia: i flussi e le tendenze” e Carlo Bosna – Portale del turismo regionale viaggiareinpuglia.it – su “La piattaforma artvision.plus: le funzionalità e gli attori coinvolti” – è servito a mostrare al pubblico il funzionamento di questo nuovo strumento a disposizione degli organizzatori di eventi culturali, finanziato attraverso il programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Croazia (asse 3: ambiente e patrimonio culturale).

Il workshop è stato aperto dai musicisti del Circolo Mandolinistico di San Vito dei Normanni e chiuso con la presentazione e la proiezione di short video prodotti dai registi della Fondazione Pino Pascali, a cura di Rosalba Livia Branà, direttrice della Fondazione Pino Pascali, e Nicolai Ciannamea. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *