Riaperta al transito la SP 1 (ex Ss7) nel Materano

In tempi in cui si è sempre più alle prese con lo spopolamento dei piccoli centri, dovuto anche e soprattutto alla mancanza di infrastrutture comode e sicure che permettano gli spostamenti dall’entroterra verso i grandi centri, finalmente giunge la bella notizia della riapertura al transito della S.P. 1 (ex ss7) dopo gli opportuni interventi di consolidamento del corpo stradale in vari tratti, finanziati dalla Provincia di Matera che ne è titolare. Si tratta di un asse viario storico, un tempo l’unico collegamento tra i due capoluoghi di regione, che nel suo percorso interseca e mette in comunicazione diversi paesi della collina materana, la cui interruzione, provocata circa 9 anni fa, tra gli abitati di Grottole e Miglionico, in prossimità del km 48+800, fu causata da una frana che interessò metà della sede stradale, per una lunghezza di circa 10 metri. La conseguente ordinanza di chiusura dell’arteria, dal 2010, ha imposto una deviazione del traffico sulla stretta strada comunale “Pian dell’Oste”, provocando nel tempo un persistente disagio ai cittadini, ai mezzi di trasporto pubblico ed alle merci in transito sulla strada, nonché danneggiando la viabilità secondaria dell’agro di Miglionico non certo preparata per una simile percorrenza, a tutto discapito anche di frontalieri e cittadini ivi residenti. Pertanto, per rimediare a quest’annosa situazione e al fine di migliorare la transitabilità lungo la suddetta strada comunale, solo nel dicembre 2016, la Provincia di Matera elaborava ed approvava un progetto esecutivo dell’importo complessivo di €.1.400.000,00, con un finanziamento del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione della Regione Basilicata. In seguito l’Ufficio Tecnico della Provincia, sulla base di alcune esigenze degli amministratori locali, nonché a seguito di una più attenta valutazione dello stato dei luoghi oggetto di intervento ed interessati dalla frana, ha elaborato una perizia di variante tecnica senza incremento di spesa, nella quale si è provveduto al ripristino del transito sulla SP1 mediante l’esecuzione di una modifica al tracciato franato, piuttosto che adeguando la strada comunale “Pian dell’Oste”. I lavori, aggiudicati all’impresa Costruzioni Generali srl con sede a Roma, sono stati ultimati il 18 gennaio 2019, ed hanno ripristinato in variante il transito lungo la S.P. 1 interrotto circa 9 anni fa, realizzando un nuovo tratto che ha permesso di tagliare il promontorio ubicato a monte della frana ed alleggerendo il peso gravante sulla stessa mediante uno sbancamento, al fine di allontanare la strada dall’area di frana e di dotarla di necessarie opere di contenimento e di regimentazione idraulica, con barriere di sicurezza, idonea segnaletica orizzontale e verticale, nonché piantumazione di flora autoctona. L’intervento in variante ha inoltre permesso di estendere l’esecuzione di lavori di pulizia, ripristino della pavimentazione, opere di contenimento e regimentazione meteorica all’intero tratto della S.P. 1 chiuso al traffico, per una lunghezza di circa 1600 metri. Come primo cittadino della comunità di Grottole, nonché come ex presidente della provincia di Matera sono ampiamente soddisfatto di quanto sia gli uffici tecnici provinciali, nella persona del dirigente ing. Pietrocola e degli ingegneri Pontillo e Sasso, sia l’impresa appaltatrice hanno realizzato per ripristinare in modo dignitoso la viabilità in questo tratto collinare che è prima appendice della città di Matera, a sicuro beneficio del transito veicolare locale, dei trasporti e di quanti vorranno ampliare la conoscenza del territorio immediatamente circostante il capoluogo, attratti dalle bellezze artistiche, monumentali e naturali ivi conservate immutate da secoli.

IL SINDACO De Giacomo dott. Francesco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *