Riaprire il termo-distruttore di Potenza

Una delegazione della Cisl Basilicata, guidata dal segretario generale Nino Falotico, ha visitato stamane il termo-distruttore di Potenza e ha incontrato i lavoratori dell’impianto attualmente in mobilità. “Da quello che abbiamo potuto appurare – ha detto Falotico al termine della visita – ci sarebbero tutte le condizioni di sicurezza per far partire l’impianto in tempi rapidi e restituire una prospettiva occupazionale certa ai lavoratori. Gli investimenti realizzati per mettere il termo-distruttore di Potenza in condizioni di funzionare in tutta sicurezza e nel pieno rispetto delle normative ambientali – ha aggiunto il segretario della Cisl lucana – consentirebbero infatti la rimessa in esercizio di un impianto fondamentale per una corretta gestione dei rifiuti del comprensorio anche in chiave di una futura valorizzazione energetica. In particolare – ha sottolineato Falotico – la presenza di un sistema di separazione tra frazione secca e frazione umida, unito alla nuova turbina di generazione elettrica, potrebbero fare del termo-distruttore di Potenza un impianto efficiente in grado di contribuire al superamento della situazione di emergenza che si è venuta a determinare, specie nel capoluogo, nella raccolta dei rifiuti”. Falotico ha invitato infine il Comune di Potenza e le attuali gestioni a “raggiungere nel più breve tempo possibile un concordato al fine di consentire il rapido riavvio dell’impianto e la riassunzione dei lavoratori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *