San Nicola, prelievo della reliquia e trasferimento a Mosca

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, parteciperà alla missione istituzionale per il trasferimento della reliquia di San Nicola a Mosca. Domenica 21 maggio 2017 avrà luogo il trasferimento della reliquia di San Nicola a Mosca. Per la prima volta nella storia della Basilica, dopo 930 anni, una reliquia di San Nicola lascerà la città di Bari per essere trasferita temporaneamente in Russia (Mosca e San Pietroburgo) fino al 28 luglio prossimo, data del suo rientro a Bari. Alle ore 8.00, a Bari, nella Cripta della Basilica, S. Em.za il Metropolita Hilarion Alfeev, Presidente del Dipartimento delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, presiederà una Divina Liturgia.
Al termine della celebrazione avverrà la consegna della reliquia di San Nicola da parte del Priore della Basilica, padre Ciro Capotosto e la sottoscrizione di un protocollo di intesa tra Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di San Nicola, e il Metropolita Hilarion. Successivamente il reliquiario, realizzato dalla Federazione Russa, sarà trasferito in aeroporto a bordo della “San Nicola mobile”, scortata dalle forze dell’ordine. La partenza per Mosca è fissata per le ore 11.30. La delegazione italiana che accompagnerà la reliquia sarà composta da:

  • S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Delegato Pontificio per la Basilica di S. Nicola;
  • P. Ciro Capotosto, Priore della Basilica di San Nicola;
  • Sac. Angelo Romita, Direttore dell’Ufficio per l’Ecumenismo e il dialogo interreligioso dell’Arcidiocesi di Bari-Bitonto;
  • Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia;
  • Antonio Decaro, Sindaco della Città di Bari;
  • prof. Francesco Introna, Università di Bari che ha curato le indagini scientifiche utili al prelievo della reliquia.

Alle ore 16.00 circa, la reliquia sarà accolta dal Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill per essere trasferita nella Cattedrale di San Salvatore a Mosca, dove sarà celebrata una Liturgia alle ore 18.00, presieduta dallo stesso Patriarca. La reliquia è stata prelevata dalla Cripta della Basilica lo scorso 19 giugno dall’equipe guidata dal prof. Francesco Introna dell’Università di Bari. Il 22 maggio, lunedì, dopo la Divina Liturgia (ore 9.30) nella Cattedrale del Cristo Salvatore, è previsto l’incontro con Sua Santità il Patriarca Kirill. Alle 18.00 ci sarà una Santa Messa presso la Nunziatura Apostolica di Mosca.
Martedì 23, dopo la visita della Cattedrale del Cremlino, è prevista (ore 18.00) una Santa Messa nella Cattedrale dell’Immacolata Concezione. Mercoledì 24 alle 9.00 è  stata fissata la Divina Liturgia nella Cattedrale del Cristo Salvatore e alle 13.00 un concerto sulla Piazza Rossa.
“L’emozione è davvero grande – dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano – stiamo per partecipare ad un evento storico con un altissimo valore simbolico. Per la prima volta una delle reliquie del nostro Santo Patrono, custodite da 930 anni nella Basilica di Bari, sarà trasferita a Mosca. San Nicola è il Santo più venerato in Russia e questo evento è vissuto dal popolo russo con solennità e grande partecipazione. Sono onorato di rappresentare la Puglia e parto con l’auspicio di contribuire con questo straordinario viaggio a costruire ponti di pace e a rafforzare il dialogo antico e fraterno tra Russia e Puglia e tra Cattolici e Ortodossi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *