A San Severino Lucano, la prima sagra della patata

Questo pomeriggio, a San Severino Lucano, si svolgerà la prima sagra della patata di Villaneto. Ad organizzarla l’associazione “Grande Lucania”in collaborazione con l’amministrazione comunale e la Pro loco del Pollino.

La “Marca” e la “Paesana”, i due ecotipi di patata, erano quasi scomparse, in questi ultimi tempi il sindaco Franco Fiore insieme al gruppo esecutivo ha voluto riportarle all’attenzione degli agricoltori a cui ha proposto la coltivazione per cercare di sviluppare l’economia delle contrade Villaneto e Mancini, particolarmente vocate a tale produzione. L’obiettivo è quello di accrescere l’economia della cittadina del Pollino mettendo nel paniere dei prodotti del Parco anche la patata, quella a pasta bianca (Marca) o gialla (Paesana) un tempo tra i nutrimenti base dell’alimentazione del popolo di San Severino Lucano oggi quasi scomparsa. Dopo la ricerca e la rimessa in produzione dei due bulbi, è stata coinvolta l’Alsia che si sta occupando della caratterizzazione genetica e bio agronomica della varietà tipica, per altro già inserita nell’elenco delle biodiversità orticole della regione Basilicata.

La sagra inizierà alle 19,00, ben 8 chef saranno a disposizione dei partecipanti per far assaggiare i piatti a base di patata, alle 21,30 completeranno il programma dell’iniziativa le canzoni d’autore di Raffaele Tedesco.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *