“Il sapore della Lettura”: lo scrittore Marco Cardetta incontra gli alunni dell’I.P.S.S.E.O.A “U. Di Pasca” di Potenza

All’interno della Rassegna “Il sapore della Lettura”, ideato dalla prof.ssa Mariarosaria Pomarico e Giuditta Casale, dell’I.P.S.S.E.O.A “U. Di Pasca” di Potenza, lo scrittore Marco Cardetta ha incontrato gli alunni per presentare il romanzo “Sergente Romano” pubblicato nel 2016 da LiberAria. L’autore, nel suo lavoro, ha affrontato il fenomeno del brigantaggio post unitario nelle regioni del Sud individuando l’aspetto sociale ed economico del periodo appena dopo l’unità d’Italia (post garibaldina), non utilizzando mai il termine “brigante”.

Nel romanzo il Sergente RomanoCardetta  riassume le contraddizioni e i desideri di rivalsa e indipendenza di chi riteneva un sopruso l’invasione sabauda. Per casualità, amore e vendetta, il Sergente finirà per essere ricordato come uno dei più importanti protagonisti del banditismo post-unitario, allo stesso tempo il più romantico e il più sconosciuto. Con una ricca documentazione storica e una prosa scattante e asciutta, questo romanzo da voce ai vinti, a coloro che passarono dal lavoro dei campi a quello di fuorilegge quasi senza accorgersene. Al contempo, Sergente Romano offre il ritratto di un’epoca di transizione le cui conseguenze influiscono ancora oggi sulla contemporaneità della nostra Nazione.

 

Marco Cardetta, nato nel 1983, si è laureato in filosofia e scienze della comunicazione a Siena, sviluppando lavori di ricerca su Carmelo Bene, Max Stirner, Carlo Michelstaedter, Gilles Deleuze e Elémire Zolla. Come sherpa da anni dirige la Yuppi du factory con cui distribuisce concerti in Italia e all’estero. Scrive e produce documentari creativi con Murex production, presenti in vari festival internazionali. Dal 2014 si esibisce in spettacoli surreali di alternative comedy. Nel 2008 ha vinto il premio “Esor-dire” con l’opera Prime giovani suites. Con Sergente Romano ha vinto come esordiente il premio Vittorio Bodini-La luna dei Borboni 2014.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *