Scanzano, tre denunce per aggressione in pizzeria

Un conto in sospeso. E non solo come espressione popolare, ma bensì nel senso più reale dell’espressione. Sembra essere infatti questo il motivo per cui tre giovani di Scanzano Jonico, hanno aggredito il proprietario di una pizzeria in pieno centro dello stesso comune. Erano circa le 23:00 di domenica scorsa, quando, nella pizzeria Yassine entrava M.P. di 35 anni. Il proprietario, un giovane marocchino poco più che 30enne, gli chiedeva di saldare il conto di due suoi amici che qualche giorno prima erano andati via dalla pizzeria senza pagare. Il 35enne in prima battuta telefonava ai due avventori chiedendo conferma di quanto chiesto dal proprietario della pizzeria e nel frattempo chiedeva anche di essere raggiunto sempre in pizzeria.  Al momento del “chiarimento”, i due giovani insolventi, D.A. di 25 anni e M.D. di 22, insieme all’amico più grande, aggredivano il proprietario della pizzeria e la sorella corsa in suo aiuto a colpi di sedie e tavoli spaccati letteralmente addosso e provocando lesioni al volto rispettivamente di 15 e 10 giorni. Subito dopo l’aggressione i tre giovani tentavano di dileguarsi dandosi alla fuga. Nel frattempo giungeva una chiamata al 113. La volante giunta immediatamente sul posto, ha da subito identificato i tre aggressori. Contestualmente sul posto giungeva anche il personale sanitario del 118per le prime cure. Il personale del Commissariato di P.S. di Scanzano J. ha deferito all’A.G. con l’accusa di lesioni gravi ai danni di due persone tutti e tre i soggetti autori dell’aggressione nonchè già noti alle forze dell’ordine. L’episodio è particolarmente seguito dagli uomini del Commissariato di Scanzano J. al fine di far luce sui veri motivi della così apparentemente futile aggressione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *