Scoppia l’estate. Ma nel foggiano le spiagge sono un ammasso di detriti ed immondizia

La stagione estiva è scoppiata, per la felicità degli amanti del mare e delle tintarelle. Ma nella provincia di Foggia tiene banco il problema dei rifiuti sulle spiagge. Nel weekend appena trascorso, infatti, migliaia di persone hanno affollato le località di mare della Daunia, lasciando dietro il ‘codazzo’ di polemiche. In parecchi, hanno denunciato il degrado in cui versano le spiagge, soprattutto quelle di San Menaio e di Marina di Chieuti: cumuli di rifiuti maleodoranti dominavano lungo i lidi foggiani.

La causa, probabilmente, potrebbe essere il ritardo con cui ci si è fatti trovare in questo fine settimana di temperature alte, ma resta il fatto che turisti e cittadini foggiani hanno dovuto convivere, anche se per poche ore, con detriti e cumuli maleodoranti di immondizia. E tutto questo, proprio nel giorno in cui a Manfredonia, in 200 tra imprenditori, rappresentanti delle istituzioni e operatori turistici, partecipavano agli ‘Stati Generali del Turismo attivo in Puglia’, come occasione di rilancio del territorio e per spegnere le polemiche che vedono il Gargano e il Salento contrapposti e oggetto di in una sfida inutile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *