Scorrano, il boss Amato lascia il carcere di Tolmezzo per problemi di salute

Torna a casa il presunto boss del clan smantellato con l’operazione “Tornado”, che, nel giugno scorso, aveva portato a una serie di arresti e travolgendo anche il comune di Scorrano (Lecce), commissariato per infiltrazioni mafiose.
Giuseppe Amato, quindi, lascerà il carcere di Tolmezzo (Udine), a causa delle sue condizioni salute, ritenute incompatibili con il regime carcerario. L’uomo, conosciuto con il nome di ‘Padreterno’, ha 64 anni ed è affetto da una grave malattia della pelle. Il provvedimento è firmato dal presidente del tribunale del Riesame, Carlo Cazzella, e dai giudici Anna Paola Capano e Pia Verderosa, che hanno accolto il ricorso presentato dagli avvocati difensori, Ladislao Massari e Vincenzo Blandolino. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *