Scuola elementare di San Pardo, futura annessione alla “Nicola Festa”?

La scuola elementare Greco del rione San Pardo di Matera, appartenente al IV Circolo,  rischia l’annessione alla scuola media statale Nicola Festa, come trapelato oggi dalla stanze della Regione Basilicata.

Una prospettiva che Eustachio Nicoletti, della Flc-Cgil, vorrebbe scongiurare: “Lo scorso 5 gennaio la Giunta regionale ha approvato un Piano di dimensionamento apportando dei correttivi, tra questi, appunto, la possibile annessione del circolo di San Pardo con la scuola media N.Festa. Se così fosse, il servizio scolastico ne risentirebbe fortemente. La scuola Festa, attualmente, ha 478 alunni e ne mancherebbero 22 per raggiungere il limite consentito per mantenere la personalità giuridica delle scuole. Questa scuola, inoltre, si trova in un rione, Agna, molto abitato. Se le istituzioni si vogliono sedere ad un tavolo per chiarire la situazione, ben venga l’incontro. Noi siamo disponibili al dialogo.”

Molto più preoccupata (non foss’altro) Barbara Eramo, insegnante presso il circolo di San Pardo, che parla anche a nome delle sue colleghe: “Conosco questo rione dal 1980; San Pardo era una semi-campagna, la scuola era piccolissima; so quanti sacrifici abbiamo fatto per migliorare questa struttura, sino a farla arrivare ai livelli odierni: un polo educativo valido, a tal punto che molti bambini preferiscono noi piuttosto che altre scuole. Ci aspettavamo decisioni diverse dalla Regione, siamo deluse e arrabbiate. Non sarebbe la prima volta che veniamo accorpati ad altri istituti e, sinceramente, la cosa non è affatto positiva.”

Luca Braia, consigliere regionale PD , ha affermato che “la questione è assolutamente rimediabile; capisco la rabbia delle insegnanti e dei sindacati di categoria, ma la decisione della Regione è ancora da valutare. Ci sono ancora due step da considerare: le Commissioni e il Consiglio Regionale. Va precisato che la Giunta Regionale ha agito in questo modo perché bisognava attenersi ad una disposizione nazionale”

Infine, la promessa di Romeo Sarra, consigliere regionale del Pdl, rivolto ai genitori: “Le vostre opinioni/lamentele le porteremo in consiglio regionale e, state tranquilli, sapremo trovare la soluzione migliore”.

Ma, intanto, all’ingresso della struttura, è stato distribuito un volantino nel quale si invitano i genitori a non portare i loro figli a scuola nella giornata di sabato. Inoltre, gli stessi genitori sono invitati a Potenza lunedì mattina, per assistere alla ruinione della IV Commissione del Consiglio Regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *