Seminario sul Numero Unico Europeo dell’Emergenza

“Numero Unico Europeo delle Emergenze (NUE 112)”, è il tema del seminario organizzato da 118 Basilicata Soccorso che si terrà martedì 24 maggio a Potenza. Il numero di emergenza europeo 112 – spiegano i promotori dell’iniziativa – è stato istituito con una decisione del Consiglio del 29 luglio 1991. Tutti gli Stati dell’Ue sono stati invitati a introdurre il numero di emergenza europeo 112.

La normativa principale relativa al NUE è stata adottata nel marzo 2002. La direttiva prescrive i principali requisiti del 112:

gratuità: gli Stati membri devono garantire che gli utilizzatori di telefoni fissi e mobili siano in grado di chiamare gratuitamente il 112;

nessuna discriminazione: le chiamate al 112 devono essere appropriatamente gestite, indipendentemente dal fatto che il 112 o altri numeri di emergenza nazionale siano chiamati;

localizzazione del chiamante: Gli stati membri devono anche garantire che i servizi di emergenza sono in grado di stabilire la posizione di chi chiama il 112 da un apparecchi fisso o mobile;

azioni di sensibilizzazione: tutti i Paesi della Ue devono informare i cittadini (cittadini e visitatori) dell’esistenza del 112 e in quali circostanze chiamare;

disabili: deve essere consentito l’accesso al 112 alle persone con disabilità.

I lavori del seminario saranno aperti alle 9,30 con il saluto delle Autorità; alle 10,30 interverrà il dottor Vigna su “Il raccordo con il Ministero dell’Interno: il 112 integrato”, e alle 10,45 il dottor Zorli su “Il Call Center di Varese: esperienza di un anno”. Seguirà alle 11,30 la tavola rotonda sull’impatto atteso del NUE 112, moderata dai dottori Bussani, De Santis, Sestili, Silanos, Montagano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *