Servizi aggiuntivi, nessuno stop

Nessuno stop alle linee aggiuntive che vengono assicurate fino al 30 settembre. La giunta provinciale ha approvato la delibera di prosieguo delle 11 linee cosiddette aggiuntive che comprendono i servizi di collegamento da Matera e da Nova Siri per l’aeroporto di Bari-Palese e quello, sempre andata e ritorno, per il Crob-Rionero.
“Ringrazio tutti i componenti di giunta – ha dichiarato il presidente della Provincia, Franco Stella – per l’alto senso di responsabilità dimostrato nei confronti del territorio e il Consorzio Trasporti Basilicata per la fattiva collaborazione.”
“Nonostante la fase di transizione che caratterizza la vita attuale dell’Ente, che sta portando a uno svuotamento di funzioni, a un ridimensionamento di competenze e a drastiche riduzioni finanziarie, abbiamo inteso affrontare e risolvere il problema pur nelle innumerevoli difficoltà economiche e di gestione. La proroga dei servizi – hanno sottolineato il presidente Franco Stella e l’assessore ai Trasporti Nicola Tauro – copre il mese di agosto e settembre perché stando alle ultime comunicazioni ufficiali il nostro mandato scade a settembre; assumere decisioni che competono ad altri non sarebbe corretto.”
Le linee aggiuntive sono:
• Irsina-San Nicola di Melfi (turno centrale)-CROB Rionero
• Prolungamento a Tricarico di una corsa Matera-Grassano
• Tricarico Bivio Grassano
• Matera-Bernalda-Metaponto Scalo (corsa serale)
• Estensione della linea San Mauro-Ferrandina-Matera
• Matera-Crob Rionero con integrazione Nova Siri-Ferrandina Scalo
• Valsinni-Policoro
• Miglionico-Matera
• Valsinni-Nova Siri Scalo
• Matera-Aeroporto Bari Palese
• Nova Siri -Aeroporto Bari Palese
• Ferandina-Viggiano
• Grottole-Miglionico-Matera
“La valenza sociale del collegamento da e verso il Crob, la strategicità di quello per l’aeroporto – ha evidenziato la giunta – e l’importanza delle linee che servono i nostri piccoli centri esprimono il senso di collegamenti che non sono da ritenersi aggiuntivi, perché evidenziano delle necessità fondamentali per la vita della provincia. Ragion per cui
abbiamo evitato di aggravare la situazione di crisi del territorio e ci siamo assunti delle responsabilità che sono in capo all’Ente su delega regionale, per questo auspichiamo che la Regione mantenga l’impegno di assegnare le ulteriori risorse finanziare necessarie.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *