Sgominata banda criminale ad Ostuni

poliziaGli agenti del commissariato di Ostuni (Brindisi) hanno sgominato una banda di criminali dedita alle rapine, ai furti e alle estorsioni in tutta la provincia brindisina. Dodici le persone finite in manette, accusati a vario titolo di associazione per delinquere, rapine, furti, usura, estorsioni, traffico di banconote falsificate, commercio di capi di abbigliamento contraffatti e spaccio di stupefacenti. A capo dell’organizzazione, secondo gli inquirenti, c’erano due fratelli, arrestati insieme altri componenti della banda.

Tra gli altri membri dell’organizzazione malavitosa c’erano anche alcuni pregiudicati residenti ad Ostuni e anche personaggi all’apparenza insospettabili, come il titolare di una tabaccheria nel centro cittadino. Al di là dei furti e delle rapine, la banda era molto attiva nell’usura e nelle estorsioni. Una delle tre donne finite in manette si occupava principalmente dell’usura, mentre a un’altra era affidato il compito di far circolare il denaro contraffatto, altra attività che portava soldi nelle casse della banda. I provvedimenti sono stati disposti dal gip Valerio Fracassi su richiesta del pm Daniela Chimienti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *