Si allungano i tempi per il ripristino dell’area mercatale di rione Tamburi a Taranto

“La determina n. 129 del 13 settembre scorso, della Direzione sviluppo economico e produttivo del Comune di Taranto, faceva sperare tempi brevi per la soluzione da noi lungamente invocata, in ordine ai lavori di manutenzione da eseguire nell’1/4 di mercato di via Archimede ai Tamburi, quello cioè non sottoposto a sequestro a seguito della voragine apertasi lo scorso febbraio”.

Giovanni Castellano, Segretario generale della Fivag Cisl, che organizza gli operatori del commercio su area pubblica, punta il dito “contro i ritardi ingiustificati, come ci viene riferito, nella costituzione del gruppo di lavoro, nell’approvazione del progetto d’intervento, nell’indizione della gara e, dunque, nell’avvio dei lavori che stando alla determina erano previsti per il 30 ottobre scorso.”

Eppure, incalza Castellano “il disordine imperante in questo mercato del sabato è sotto gli occhi di tutti, compresi gli Amministratori pubblici e le Forze dell’Ordine e compresi anche i molti operatori abusivi che aprono fuori posto, mentre moltissimi degli originari 320 operatori regolari, vistisi confinati in zone perimetrali estreme, col tempo hanno azzerato quasi del tutto le loro presenze al mercato.”

E’, insomma, una situazione difficile che “necessita di un intervento deciso dal parte del Sindaco Stefàno, tanto più che i tempi lunghi cui si assiste per il definitivo ripristino dell’intera area mercatale dei Tamburi che noi, invece, rivendichiamo con forza”, spiega ancora Castellano “stanno determinando l’esasperazione forte della categoria per il mancato guadagno e dei cittadini per un forzato disagio che rischia di non avere mai fine.” Lo stato di agitazione degli operatori del commercio associati alla Fivag Cisl viene confermato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *