Smau 2016, start up lucana conquista il premio Lamarck

“Sono felicissimo di fare i miei più sinceri complimenti a MedEA, l’impresa lucana presente allo Smau di Milano, vincitrice del premio Lamarck , un riconoscimento per le start up più promettenti presenti al roadshow nazionale dell’innovazione. Questa vittoria è la prova del buon lavoro svolto dal Dipartimento Attività Produttive e da Sviluppo Basilicata e conferma la nostra volontà di continuare a investire nella ricerca e nell’innovazione, per favorire quei processi di internazionalizzazione del sistema produttivo regionale che facilitano l’accesso ai mercati, ai partner commerciali e agli investitori stranieri”.
Con queste parole il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, commenta il successo nazionale conseguito da MedEa con il premio Lamarck, il riconoscimento che viene attribuito alle migliori start up pronte a supportare l’innovazione delle imprese mature. Il premio è conferito dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria e rappresenta un fiore all’occhiello per l’intera Basilicata.
Grazie all’applicazione di Medea le informazioni mediche potranno avvicinarsi agli utenti che non saranno più costretti a recarsi presso le strutture sanitarie per gli esami di controllo.
MedEA, insieme a altre sette aziende lucane partecipanti al premio Lamarck, aveva colto un’opportunità messa a disposizione dalla Regione Basilicata a valere sul PO FESR Baslllcata 2014-2020.
L’impresa vincitrice, opera nel settore della telemedicina ed è una piattaforma, installabile su pc o tablet, che dialoga con un kit di strumenti per gli esami strumentali, come la misurazione della pressione arteriosa o elettrocardiogramma, e che restituisce in automatico gli esiti a un centro di refertazione. Le refertazioni sono curate e firmate da medici specialisti e “consegnate” ai pazienti sulla piattaforma in 12/24 ore.
Lo Smau di Milano è il principale roadshow nazionale di eventi per il settore dell’innovazione, della ricerca, del digitale.
Sono 48 le imprese lucane iscritte nella sezione speciale dedicata alle start up innovative del registro delle imprese nazionali, di cui oltre la metà nate grazie a misure agevolative attivate dalla Regione a valere sulla programmazione comunitaria. Di queste 48, a cui è stata data a tutte la possibilità di accedere gratuitamente al salone dell’innovazione e del digitale, grazie anche al lavoro di accompagnamento e sostegno di Sviluppo Basilicata, sette sono state selezionate per il contenuto innovativo del prodotto o servizio già pronto per il mercato.
La partecipazione alla fiera per tutte le start up, sostenuta con fondi del Programma Operativo Fesr Basilicata 2014-2020 a valere sull’Asse III azione 3B.3.4.3, era mirata a favorire i processi di internazionalizzazione del sistema produttivo regionale, facilitando l’accesso ai mercati, ai partner commerciali e agli investitori esteri.
Oltre a MedEa, questo l’elenco delle altre applicazioni sviluppate da aziende lucane che hanno partecipato al premio Lamarck: Bweb – comunicazione per la Pa in modo innovativo; #Differenziama – nuovo sistema innovativo di gestione dei rifiuti che premia i cittadini virtuosi; Codingando- traduce le idee in software personalizzati in cloud; Personal shop – piattaforma web che connette turisti e guide esperte nello shopping nelle principali città europee; Wemapp – social locale che consente la interazione con Pa e imprese; Solethen – ottimizzazione di processi e prodotti industriali attraverso strumenti ingegneristico e matematici; Sisia srl – servizi innovativi di ingegneria sismica legati alla diagnostica dei suoli e delle strutture.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *