Sopralluogo nella chiesa della Trinità di Potenza

Per valutare le condizioni del tempio e degli altri locali della struttura, chiusa da oltre due anni, nella chiesa della Santissima Trinità di Potenza – nel cui sottotetto, il 17 marzo 2010, fu trovato il cadavere di Elisa Claps – è in corso un sopralluogo tecnico.

Al controllo partecipano rappresentanti della Curia, tecnici della Protezione civile comunale, del Provveditorato alle opere pubbliche, della Soprintendenza ai beni culturali, Vigili del Fuoco e uomini della Squadra mobile. Secondo quanto si è appreso, il sopralluogo è necessario per capire quali lavori bisognerà effettuare per riaprire la Chiesa.

La chiesa fu chiusa il 18 marzo 2010, il giorno dopo il ritrovamento nel sottotetto del cadavere di Elisa Claps, la studentessa potentina di cui si erano perse le tracce il 12 settembre 1993, ed è stata poi sequestrata, per decisione della Magistratura di Salerno che coordina le indagini, dal primo aprile 2010 allo scorso 13 aprile. Da quel giorno, la chiesa è chiusa, mentre resta sotto sequestro giudiziario il sottotetto.

Per l’omicidio Claps, nello scorso mese di novembre, in un processo celebrato con il rito abbreviato, è stato condannato a 30 anni di reclusione Danilo Restivo, attualmente detenuto in Inghilterra con la pena dell’ergastolo per l’uccisione di un’altra donna, Heather Barnett.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *