Speziale, presto autovelox e nuovi dissuasori per evitare incidenti stradali

L’ex statale “16” che da Fasano giunge a Speziale, attraversando il piccolo centro frazionale, è spesso teatro di incidenti stradali, come l’ultimo verificatosi nel pomeriggio di ieri. «La situazione è davvero difficile ma l’Amministrazione comunale non è indifferente a quanto sta accadendo, condividendo le giuste preoccupazioni dei residenti – afferma il sindaco Francesco Zaccaria –. Numerosi sono stati gli incontri che abbiamo promosso con la nostra struttura comunale per esaminare ogni ipotesi utile a fermare questa lunga, e triste, scia di sinistri stradali che non può essere più tollerata, per dare sicurezza ai nostri concittadini».
Proprio negli scorsi giorni si è tenuto l’ultimo di questi incontri nel quale sono state assunte decisioni concrete. «Abbiamo dato mandato alla direzione comunale Lavori pubblici di prevedere, nel più breve tempo possibile, l’installazione di un autovelox nell’arteria che taglia in due Speziale – annuncia Gianluca Cisternino, assessore all’Urbanistica – così da tenere sotto controllo la velocità dei mezzi che vi transitano e sanzionare gli eventuali contravventori. Ma non solo. Presto saranno installati ulteriori dissuasori che, quindi, impediranno corse all’impazzata lungo l’arteria. Contestualmente, però – è l’appello dell’assessore Cisternino – occorre la collaborazione degli automobilisti affinché evitino di parcheggiare a Speziale proprio a ridosso degli incroci: una situazione che crea problemi alla viabilità determinando, com’è accaduto ieri, pericolosi incidenti. Va detto chiaramente che la Fasano-Speziale, nel tratto che attraversa la frazione, viene considerata, a torto, una sorta di arteria extra-urbana nella quale spingere sull’acceleratore e proseguire la marcia speditamente. Così non è e non deve essere – sottolinea Cisternino – e ci si dovrebbe ricordare che la strada attraversa una frazione e che, quindi, è percorsa anche a piedi dai residenti».
Intanto, a proposito del progetto sulla circonvallazione di Speziale, il Comune sta procedendo, relativamente alla sua sfera di competenza (visto che è la Provincia l’Ente competente territorialmente ad occuparsi della vicenda) ad attivare i suoi canali procedurali. In queste ore, infatti, si sta per avviare la procedura della Vas (Valutazione ambientale strategica), dopodiché la responsabilità dell’iter per la realizzazione delle opere passerà interamente alla Provincia di Brindisi dove, per il Comune, sta seguendo l’evolversi della situazione il consigliere comunale Giuseppe Pace che, peraltro, è delegato provinciale ai Rapporti con gli Enti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *