Sport per normodotati e disabili assieme, a Fasano per la prima volta giovedì 18 maggio

“Baskin”, ossia una dimostrazione di una partita di basket nella quale vi sono squadre miste, composte da bambini disabili e da piccoli normodotati. L’iniziativa si terrà ad ingresso libero giovedì 18 maggio alle ore 10 nel Tensostatico (in via Galizia), a Fasano (Br) e s’inserisce nella “Settimana dell’infanzia”, il calendario di manifestazioni culturali, sociali e ludico-ricreative voluto, ideato e organizzato dal Comune in collaborazione con Enti ed associazioni.
“Per la prima volta, a Fasano, ospitiamo “Baskin” presentandone il progetto – afferma Cinzia Caroli, assessora a Pari opportunità e Pubblica istruzione -; la novità, interessante e di chiara e concreta pratica inclusiva sul piano sociale e, nel nostro caso, sportivo, sta nel fatto che una squadra si compone sia di bambini disabili che di normodotati, così integrando in una stessa compagine le abilità e le capacità differenti di ciascuno per partecipare a tornei di questo tipo. Ci auguriamo – sottolinea Cinzia Caroli – che le nostre società sportive possano aprirsi a corsi specifici ed a organizzare tornei di questa natura per far stare assieme disabili e no. Ringraziamo pertanto l’Age per averci proposto la manifestazione che abbiamo voluto sostenere in modo convinto, insieme con gli altri sodalizi». L’iniziativa di giovedì vede infatti coinvolti l’Associazione genitori di Fasano ed Avetrana, l’associazione “Baskin” della Puglia, l’istituto scolastico “Mario Morleo” di Avetrana e l’Asd “Basket Fasano”.
Sempre all’interno della “Settimana dell’infanzia” e nello stesso giovedì, alle ore 17 nella sala della Biblioteca comunale, si terrà “La magia delle favole”, letture di fiabe per bambini (l’ingresso è aperto a tutti) a cura del locale “Centro italiano femminile”, mentre alle ore 18 nella Sala di rappresentanza del Palazzo municipale si terrà l’incontro pubblico “Ben-essere e diritto alla salute: lavorare insieme per lo sviluppo umano. I bambini hanno diritto ad uno sviluppo fisico-psichico-sociale sano”, a cura dell’associazione “Cammino”. Introdotte dalle assessore comunali Cinzia Caroli (Pari opportunità e Pubblica istruzione) e Annarita Angelini (Cultura), interverranno le avvocate Marilena Petronelli del Foro di Trani (sull’aspetto medico-sanitario della nascita di un bambino e, quindi sul consenso informato), Anna Cazzato del Foro di Lecce (sul tema della violenza assistita e dei numerosi danni che ne derivano), Clementina Spagnolo del Foro di Brindisi (sull’argomento dei nativi digitali e del malessere che deriva dall’alienazione), nonché la psicologa-psicoterapeuta-psiconcologa Mariangela Demola (sul benessere nella società fluida).
“Benessere di un bambino è diritto al gioco, alla salute, alla protezione, alla vita, all’ascolto, all’informazione, alla pace, all’identità, all’istruzione, all’integrazione, alla famiglia – spiega l’avvocata Spagnolo che, di “Cammino”, è presidente -. Salute non è solo assenza di malattia, ma è inscindibilmente collegata agli aspetti sociali e culturali che costituiscono il patrimonio-base di ogni Comunità – sottolinea Clementina Spagnolo -; condizione imprescindibile – aggiunge – affinché ognuno possa esprimere compiutamente e liberamente la propria personalità. Ed è per questo che è fondamentale sia garantita anche e, soprattutto, nell’età evolutiva”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *