Pronto il Governo Conte Bis

Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha sciolto la riserva. Dopo un colloquio al Quirinale con il Capo dello Stato Sergio Mattarella, ha letto davanti ai giornalisti l’elenco dei ministri che compongono il nuovo esecutivo. Il governo Conte bis giurerà domani, giovedì 5, al Colle alle 10. La squadra è composta da 21 ministri. Al Movimento 5 stelle vanno 10 ministri, al Partito democratico 9, a Liberi e uguali 1, Roberto Speranza. Sono sette le donne, dunque un terzo sul totale: tra le donne il solo profilo tecnico del governo, Luciana Lamorgese che va al Viminale. Al M5s va anche il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro

Leggi il seguito

De Bonis: “Il Nuovo Governo metta al centro dell’agenda il Mezzogiorno. Senza Sud non cresce nemmeno il Nord”

“Il nuovo governo abbia come sua priorità il Mezzogiorno: l’ottica deve essere quella di colmare il colpevole divario accumulato per troppo tempo, non come pietosa elargizione ma per fare del Sud un volano di sviluppo dell’intero Paese. I problemi, anche gravi, da risolvere sono diversi e antichi, ma le regioni meridionali hanno le capacità, i talenti e le risorse per dare un contributo decisivo al benessere di tutti i cittadini”.

Leggi il seguito

Parco urbano e archeologico Campi Diomedei di Foggia: Piemontese, “Sbloccare subito i lavori per un grande Parco verde popolare”

“Spero che il ministro dei Beni culturali e i parlamentari del Movimento 5 Stelle oggi maggioranza che governa l’Italia sappiano valorizzare un investimento per complessivi 7 milioni di euro e sbloccarlo il più in fretta possibile affinché Foggia sia più bella e attrattiva”.

Leggi il seguito

Fondi Ue, in città il confronto annuale tra Unione europea, Governo e Regioni. Il Sindaco: “Matera fulcro di un Sud in crescita”

Lo stato di attuazione dell’Accordo di partenariato e dei PO 2014-2020, è l’oggetto della riunione annuale di riesame fra la Commissione europea e le Autorità di gestione dei Programmi operativi 2014/2020 cofinanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e dal Fondo Sociale Europeo (FSE).

Leggi il seguito