Tar Lazion conferma lo scioglimento del comune di Mattinata

Nessuna illegittimità nel provvedimento con il quale nel marzo dello scorso anno fu disposto lo scioglimento del Consiglio comunale di Mattinata (Foggia) per ritenute esistenti infiltrazioni della criminalità organizzata. L’ha deciso il Tar del Lazio con una sentenza con la quale ha respinto il ricorso proposto dagli ex amministratori, “capitanati” dall’ex sindaco Michele Prencipe.
“Con i loro rilievi, gli ex amministratori miravano ad affermare che l’organo politico da una parte ha agito molto per fronteggiare i più gravi problemi che da anni affliggono l’Ente ed il relativo territorio, e che tale organo politico non poteva essere al corrente della contiguità alle locali cosche criminali di alcune imprese affidatarie di servizi o lavori, in quanto non ancora colpite da interdittive antimafia, né poteva impedire attività commerciali a soggetti incensurati, solo perché imparentati con esponenti della criminalità organizzata o pregiudicati”, si legge nella nota del Tar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *