Tar Puglia sospende la preapertura della stagione venatoria

Il 9 e il 12 settembre in Puglia i cacciatori non potranno sparare: lo ha deciso la Seconda Sezione del Tar che – informa il Wwf – ha accettato il ricorso per l’annullamento della deliberazione della giunta regionale pugliese del 12 giugno scorso, con la quale la Regione Puglia aveva approvato il calendario venatorio regionale per l’annata 2012/2013. Tra le motivazioni, il Giudice ha considerato “l’immotivato discostamento dalle direttive ISPRA 2012 dettate da esigenze precauzionali di salvaguardia della fauna in considerazione delle particolari condizioni climatiche” e ha ravvisato “l’estrema gravità ed urgenza tale da non consentire la dilazione fino alla prima camera di consiglio utile”. Dunque il TAR Puglia si è allineato alle decisioni del TAR Lazio e del TAR Campania.

“Questo provvedimento – ha affermato Leonardo Lorusso, Presidente del Wwf Puglia – rappresenta anche un momento di rispetto della Legge. Da dieci anni le istituzioni, complici delle associazioni di cacciatori, concedono la deroga a cacciare prima della terza settimana di settembre e per questo motivo l’unione Europea ha avviato la procedura d’infrazione anche nei confronti della Puglia”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *