‘The history boys’ al Teatro Duni

La Stagione Teatrale di Matera 2011/2012 propone, per sabato 21 aprile al Teatro Duni (ore 21:00), una commedia da non perdere, in esclusiva per il Centro Sud Italia: si tratta di “The history boys”, scritta da Alan Bennett nel 2004, insignita del premio UBU 2011 per il miglior spettacolo dell’anno.

Sulla scena, un gruppo di studenti – interpretati da otto “bravissimi attori, tutti under 30” – è impegnato negli esami di ammissione all’università: sono ragazzi molto diversi tra loro ma affiatati, dal leader della classe, il donnaiolo Dakin, al fragilissimo Posner, fino al poco convenzionale Scripps. L’insegnante di inglese, Hector (“irresistibile” Elio De Capitani) e quella di storia (Ida Marinelli, Premio UBU 2011 come migliore attrice non protagonista) cercano di stimolarli al di là dei percorsi consueti e preconfezionati, infischiandosene delle tradizioni e dei punteggi scolastici, mentre il preside (Gabriele Calindri), per buon nome della scuola, li vorrebbe tutti a Oxford o Cambridge. Si apre così uno scontro che vede scendere in campo anche un giovane e ambizioso professore (Marco Cacciola), incaricato di dare una “ripulita” allo stile dei ragazzi, renderlo più brillante, “giornalistico” e più spendibile al “supermercato del sapere”.

Lo spettacolo è firmato da Ferdinando Bruni e Elio De Capitani e ha riscosso un enorme successo sin dal suo debutto, soprattutto fra i giovani. Un successo che replica quello della versione originale, vincitrice di sei Tony Award nel 2004 e subito trasformata in film. Un altro importante Premio UBU 2011, quello per i nuovi attori o attrici under 30, è stato assegnato in blocco a tutti i giovani attori della commedia: Giuseppe Amato, Marco Bonadei, Angelo Di Genio, Loris Fabiani, Andrea Germani, Andrea Macchi, Alessandro Rugnone, Vincenzo Zampa.

Fondatore del Teatro dell’Elfo, Ferdinando Bruni lavora come attore, regista e scenografo. È direttore artistico di Teatridithalia insieme a Elio De Capitani. Tra i successi personali come attore vanno ricordate le sue interpretazioni nelle tragedie shakespeariane, mentre come regista vanno citati due “classici moderni” con Ida Marinelli protagonista: Zoo di vetro di Tennessee Williams e l’importante progetto del Giardino dei ciliegi di Cechov. Tra le sue ultime incursioni nel teatro musicale ricordiamo la Carmen di Georges Bizet, prodotta dal Circuito Lirico Lombardo, di cui firma regia, scene e costumi. Nel 2010 firma a quattro mani con Elio De Capitani due importanti successi, premiati dal “tutto esaurito” : Racconto d’inverno di Shakespeare e la commedia The history boys di Alan Bennett.

Regista, attore, autore, Elio De Capitani ha legato il suo nome a quello del Teatro dell’Elfo entrandone a far parte non ancora ventenne nel 1973. Dieci anni dopo diventa regista stabile del Teatro dell’Elfo, rivoluzionando stile e repertorio e inaugurando una linea di estrema attenzione alla drammaturgia contemporanea. Mette in scena innumerevoli spettacoli e alla fine degli anni ’80 dirige a quattro mani con Ferdinando Bruni Le amare lacrime di Petra Von Kant di Fassbinder. I successivi venti anni lo vedono impegnato in importanti regie con altrettanto importanti testi e attori. Non vanno dimenticati infine gli impegni extra-teatrali: è stato il memorabile Caimano nel film di Nanni Moretti e in Apnea di Roberto Dordit ha vestito i panni di un industriale del nord est.

 

Ida Marinelli nasce a Verona, dove studia arte scenica e canto presso il Conservatorio. Già nel coro dell’Arena da giovanissima, a 21 anni arriva a Milano per studiare recitazione alla Civica Scuola d’Arte Drammatica “Piccolo Teatro”, dove si diploma. Nel 1973 si unisce al Teatro dell’Elfo lavorando in quasi tutti gli spettacoli di Gabriele Salvatores. A partire dall’82 lavora con Elio De Capitani e Ferdinando Bruni, ottenendo i suoi maggiori successi di interprete.

Commenta Francesca Lisbona, presidente dell’Associazione Culturale Incompagnia: “The History Boys è l’appuntamento ideale per celebrare la Stagione Teatrale 2011/2012 – il cui programma prevede ancora “Certe Notti” di Mauro Bigonzetti e Luciano Ligabue il 28 aprile e “Balenablanca” di Massimo Lanzetta dal 30 aprile al 5 maggio prossimi. La scelta della commedia di Alan Bennet, felice intuizione antecedente la ripetuta consacrazione dei Premi Ubu 2011, rafforza l’elevato spessore di tutte le rappresentazioni in cartellone, molte delle quali in esclusiva da Roma in giù; a questo proposito, non smetteremo mai di ringraziare Antonio Calbi, il suggeritore di “Teatri Uniti d’Italia – Le città del Teatro a Matera”, che ha creduto nella nostra organizzazione ed ha contribuito con grande abnegazione alla formazione degli appuntamenti presenti in rassegna.”

Per informazioni e prenotazioni, è possibile rivolgersi al botteghino del Teatro Duni (tel. 0835/337220 e 0835/331812); come di consueto, tutte le informazioni sulla rassegna teatrale sono disponibili su internet sul sito dell’associazione www.incompagnia.com.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *