Torna Azzurrolandia, la festa dei bambini

Torna domenica 25 settembre “Azzurrolandia” la manifestazione ludica dedicata ai bambini organizzata a Matera, per il quindicesimo anno, dall’associazione L’Albero Azzurro in partnership con la cooperativa sociale Il puzzle. La kermesse dedicata ai più piccoli si terrà al parco del boschetto intitolato a Papa Giovanni Paolo II. Per un giorno il parco si trasformerà in un villaggio del divertimento per i più piccoli grazie alle numerose iniziative in programma. A partire dalle 10 e 30 del mattino, e fino alle 13, i bambini potranno scegliere tra diverse attrazioni come il luna park, il teatrino, il “trucca bimbi”, il basket, il bowling e tanti altri giochi. In giro per il parco ci saranno i giocolieri e una serie di spettacoli tra cui quello del mago zeus di artisti che si dedicheranno ai bambini più piccoli.

Ogni bambino, a scelta, potrà cimentarsi in diversi giochi e partecipare alla raccolta punti per il raggiungere il primo posto con premio e targa ricordo. I partner metteranno a disposizioni gelati e gadget oltre che premi per i bambini. Nel pomeriggio Azzurrolandia riaprirà alle 16 con i consueti giochi. E’ previsto un coinvolgente spettacolo musicale a sorpresa, oltre la corrida e l’ormai tradizionale lancio del palloncino del desiderio. In serata è prevista la premiazione dei bambini che avranno ottenuto più punti accumulati partecipando ai vari giochi e, per finire, alle 19, uno spettacolo per grandi e piccini. Non mancherà, all’interno del parco del “boschetto” un punto di ristoro con la macchina per lo zucchero filato dove i bambini avranno la possibilità di riprendere le energie. “Ci inorgoglisce poter mettere a disposizione dei bambini, della comunità materana, una giornata a loro dedicata – afferma Eustachio Martino, presidente della cooperativa Il Puzzle aderente a Confcooperative -. Per il futuro sarebbe inoltre utile che la città mettesse a disposizioni spazi, luoghi, e contenitori non utilizzati e oggi ancora in stato di abbandono, per realizzare centri permanenti volti ad accogliere i bambini e le famiglie in poliedriche attività”.

foto: archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *