Tre arresti a Lecce per danneggiamento e estorsione aggravata in concorso

Gli agenti della Squadra Mobile di Lecce hanno arrestato Massimiliano Elia, di 41 anni, Andrea Podo e Andrea Bisconti rispettivamente di 22 e 36 anni, con l’accusa di danneggiamento, incendio e tentativo di estorsione aggravata in concorso. La misura disposta nei confronti delle tre persone, tutte con precedenti penali, è stata effettuata in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Lecce Giovanni Gallo.
Elia, Podo e Bisconti sono ritenuti responsabili di una serie di intimidazioni con finalità estorsive compiute tra dicembre e febbraio scorsi in città, tra cui l’attentato incendiario alla Edil Project di via Lupiae dove lo scorso 22 febbraio, seguito poi dall’invio di una busta contenete tre proiettili e da una telefonata minatoria con la richiesta estorsiva di 50 mila euro.
Fondamentale alle indagini le dichiarazioni rese da un cittadino, testimone oculare del raid incendiario. Ai tre viene addebitato anche il rinvenimento di due bottiglie incendiarie all’interno del centro polivalente in costruzione nei pressi dello Stadio e l’attentato incendiario ai danni di una tabaccheria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *