Tribunale di Pisticci, Comune da tutelare sul piano della legalità

Nicola CataldoLa vicenda della proroga quinquennale per la sezione distaccata del Tribunale di Pisticci che va avanti da molti mesi può essere risolta rivolgendosi al Giudice Amministrativo a tutela del comune di Pisticci sul piano della legalità, anche nella previsione di lasciare aperto un contenzioso in attesa del referendum regionale per l’abrogazione della nuova legge sulle circoscrizioni giudiziarie. In tale ottica l’on. Avv. Nicola Cataldo ha formalmente invitato il sindaco di Pisticci Vito Di Trani e l’avv. Rocco Fuina, presidente del consiglio comunale, a convocare il consiglio comunale e affidare il relativo mandato all’Ufficio Legale del Comune, coadiuvato da un esperto giurista, avvocato o cattedratico, per scongiurare ogni scadenza di termini, sia in riferimento all’azione di annullamento di atti contrari sia al fine di ottenere l’integrale ristoro dei danni, sia a favore del comune sia della comunità che ha subito la contrazione di affari e consumi. Dopo aver criticato l’atteggiamento del Comune che da parecchio non tiene informati i cittadini sugli sviluppi della questione e che si limita solo a far sapere che non esiste ancora alcun provvedimento negativo del Ministro, Cataldo fa rilevare che il Comune stesso è l’unico legittimato ad agire al fine di ottenere il ritorno dei fascicoli a Pisticci e che allo stato esiste anche un fatto nuovo, cioè la lettera del Presidente del Tribunale di Matera Attimonelli indirizzata al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, con cui si chiedono la progettazione e il finanziamento di nuove opere e di altre aule per ospitare faldoni e udienze civili, necessarie in seguito all’accorpamento. Il penalista pisticcese ribadisce ancora una volta che l’assunto della Commissione di Manutenzione, che si era dimostrato favorevole alla proroga della sezione distaccata del tribunale, è veritiero e legittimo e che il parere del Consiglio Giudiziario è inesistente. La decisione contraria all’utilizzo del nuovo Palazzo di Giustizia di via Cantisano, peraltro, ha provocato danni al comune di Pisticci per cui in virtù di tali fatti nuovi tutta la pratica amministrativa va rivista e rivisitata.

Giuseppe Coniglio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *