Tricarico, festa di fine anno all’asilo nido comunale gestito dalla cooperativa ‘La Serena’

 

L’asilo nido comunale di Tricarico, gestita dal 1998 dalla cooperativa “La Serena”, ha chiuso l’anno scolastico 2011/2012 venerdì 27 luglio, organizzando la festa conclusiva dell’anno scolastico, alla presenza dei genitori dei bambini, del vice sindaco Rocco Dabraio e di alcuni dipendenti della polizia municipale di Tricarico. È stato il presidente della cooperativa “La Serena” Pancrazio Gagliardi a dare il saluto di benvenuto ai presenti, mentre i dipendenti dell’asilo nido Maria Teresa Mangione, Donato Nerone, Erika Passarella e Maria Rago, che hanno lavorato con la supervisione dell’assistente sociale Francesco Bianco, hanno illustrato brevemente le attività svolte durante l’anno. Successivamente, è stato proiettato un video con tutte le immagini più belle scattate durante l’anno scolastico ai bambini dell’asilo nido e poi gl’insegnanti hanno salutato i bambini, dai 6 mesi ai 3 anni, con un momento gioioso all’insegna dell’allegria. Visibilmente emozionati, i genitori dei bimbi hanno ringraziano gli educatori del lavoro svolto e della passione e amore che donano ogni giorno ai loro figli, “insegnanti scrupolosi e professionali – hanno detto – capaci di trasmettere tanto amore”. Alla fine del pomeriggio, si è svolto l’esilarante gioco dello yogurt, durante il quale i bambini, per la prima volta, hanno imboccato i propri papà. Infine, i bambini hanno ricevuto un singolare riconoscimento, a testimonianza dell’affetto degli educatori: una borsa con all’interno il video delle immagini, un braccialetto e un mini attestato consegnato dal vice sindaco e dal presidente della cooperativa “La Serena”, per ringraziare i bambini “di essere stati con noi e di averci donato amore e gioia ogni giorno”, ha detto l’educatrice Maria Rago, la quale ha aggiunto che “è sempre un momento emozionante la fine dell’anno scolastico e, soprattutto, ricordare tutte le attività e le giornate trascorse con i bambini: la festa dei fiori, il carnevale, la festa della mamma, la befana, il Natale, il circo con visita guidata e, infine, la piscina”.

Vito Sacco

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *