Trofeo Metabos: il 18 gennaio a Metaponto torna l’atteso appuntamento tra storia, arte e ciclocross

E’ tempo di Trofeo Metabos di ciclocross: atteso come e più di sempre, l’evento riporta all’ombra del Museo Archeologico Nazionale di Metaponto (Matera) gli specialisti delle due ruote invernali con la Re-Cycling Bernalda che cura la regia organizzativa. L’appuntamento di domenica 18 gennaio è pronto in tutti i suoi dettagli per la proclamazione dei vincitori finali della challenge Trofeo dei Tre Mari 2014-2015 e dei nuovi campioni regionali FCI Basilicata limitatamente alle categorie esordienti primo anno. Il Museo conserva il ricco patrimonio di materiali archeologici venuti alla luce nella colonia greca di Metaponto. Al suo interno sono ricostruite le principali fasi storiche: le prime manifestazioni preistoriche, l’arrivo dei Greci nel V secolo a.C., la formazione della colonia di Metaponto, tra i fiumi Bradano e Basento, e la romanizzazione. Al giorno d’oggi è la cornice naturale di una manifestazione di ciclocross già collaudata e che ha ospitato nel dicembre 2012 una riuscitissima edizione dei Campionati Intersud.
“I buoni propositi ci sono tutti per il proseguimento del Trofeo Metabos – afferma Pietro Gallitelli, presidente della Re-Cycling Bernalda – Il nostro obiettivo è quello di intraprendere con la nuova amministrazione comunale di Bernalda un’efficace collaborazione che possa portare all’organizzazione di una gara nazionale. La manifestazione è molto cresciuta in questi anni, diventando un appuntamento di gran richiamo del ciclocross non solo in Basilicata ma in tutto il Centro-Sud Italia“.
“Mi auspico una massiccia presenza di partecipanti – è il commento di Giuseppe Lombardi, presidente del comitato provinciale FCI Matera -. Anche se questa gara viene a conclusione della stagione di ciclocross, specialmente dopo i recenti campionati italiani, spero che gli atleti siano ancora in vena di darsi battaglia per l’ultimo appuntamento di questa disciplina invernale. Nell’ambito del Trofeo dei Tre Mari, siamo riusciti a far programmare anche una gara nel Molise, la Calabria ha confermato i buoni propositi e poi non ci dimentichiamo delle regioni Basilicata, Puglia e Campania che hanno fatto ancora da traino e confermato ad oggi tutta la loro competenza organizzativa in sinergia con i rispettivi comitati regionali della Federciclismo”.
Il percorso, interamente chiuso al traffico e dentro il perimetro del Museo, misura 2500 metri per il 90% su fondo sterrato, erboso e restante parte con asfalto e basolato. Presenza di un ostacolo doppio con palanche e dei piccoli saliscendi. Partenza su rettilineo in asfalto e box doppio comunicante.
ISCRIZIONI E MODALITA’
Le iscrizioni si accettano improrogabilmente entro e non oltre le ore 12:00 del 16 gennaio 2015 tramite fattore K (Id gara 66993) per i tesserati della FCI e tramite mtbonline per tutti gli altri atleti. Il cronometraggio della gara, sarà gestito da HotLaps. La tassa di iscrizione è di 10€ +2€ chip solo amatori + 3€ di cauzione (anche agonisti) che saranno restituiti alla riconsegna dei numeri e chip. A tutti gli atleti sarà offerto un ricco pasta-party finale, per accompagnatori e spettatori dovranno versare un contributo di 2€ per il ristoro
ORARI DOMENICA 18 GENNAIO
Ritrovo e verifica tessere dalle ore 8:30 alle ore 9:30 a Metaponto nei pressi del Museo Archeologico Nazionale in Via Aristea al civico 21. Riunione Tecnica ore 9.45.
1° partenza alle 10:30 esordienti ed allievi 1°-2°anno M/F (30 minuti)
2° partenza alle 11.15 juniores uomini, donne master, open e junior, master junior-4-5-over (40 minuti)
3° partenza alle 12.15 élite ed under 23 uomini, élite master sport, master 1-2-3 (60 minuti)
VISITA SITI ARCHEOLOGICI
Possibilità di effettuare visite guidate per i siti archeologici il giorno della gara ed eventualmente per chi dovesse arrivare il giorno prima anche per il sabato. Costo del servizio guida 5 euro a persona, escluso gli ingressi ai siti. E’ necessaria la prenotazione entro il venerdì precedente per le visite del sabato, e il sabato per le visite di domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *