Ucciso Giosuè Rizzi, il ‘Papa di Foggia’

Giosuè Rizzi, di 60 anni, ritenuto il capo storico del gruppo mafioso noto ‘La società’ è stato ucciso in un agguato in via Napoli, nella periferia di Foggia. L’uomo, esponente di primissimo piano della mafia foggiana, soprannominato il ‘Papa di Foggia’, ed uscito l’anno scorso dal carcere dopo 22 anni di reclusione, era nei pressi dell’istituto Pascal, a bordo di un’auto guidata da un’altra persona, anch’essa colpita dalle pallottole, che è stata affiancata dai sicari, che hanno aperto il fuoco con armi automatiche. Rizzi, raggiunto in più parti vitali, è morto sul colpo, mentre il ferito è stato subito trasportato agli ‘Ospedali Riuniti’. Sul posto sono arrivati la polizia, gli uomini della Squadra Mobile e gli esperti della sezione scientifica alle prese con i rilievi tecnici.

Il nome di Rizzi è collegato alla strage nel circolo ‘Bacardi’ l’1 maggio 1986, il più grave fatto di sangue nella storia della Capitanata: un commando armato fece irruzione nel locale e uccise tre uomini di Foggia ed una donna di Terlizzi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *