Ugl Basilicata su progressione economica orizzontale all’Asm

“La mancanza di un rinnovo contrattuale , la riduzione dei finanziamenti verso la sanità hanno bloccato lo stipendio per anni, l’unica possibilità di variazione remunerativa restava la progressione orizzontale che con l’ Art 35 del CCNL del 07/04/99 ne regolamenta i criteri di attribuzione .La realtà dell’ASM non risulta conforme  rispetto a questo percorso”. Lo afferma il segretario dell’Ugl Sanità Matera, Giovanni Sciannarella
“La prima discrepanza si è avuta già nel 2015 quando è stata bandito un prima Progressione Orizzontale che doveva essere portata a compimento in due tranche e avrebbe riguardato un numero pari al 66% del personale suddiviso in un 33% per l’anno 2016 e il restante 33% per il 2017, una cosa molto anomala, che ha visto in un secondo momento una marcia indietro della ASM su questa ipotesi molto fantasiosa ma non percorribile. La Progressione Orizzontale quindi è avvenuta nel 2017 ma,ha interessato solamente il 60% del personale con una procedura di valutazione del personale alquanto bizzarra e singolare visto che molti lavoratori non hanno avuto modo di confrontarsi con i Dirigenti che li hanno valutati, come invece vuole la normativa e che le graduatorie stilate non rispettavano minimamente i criteri di anzianità di servizio.
Il tutto in accordo con i sindacati maggiormente rappresentativi che hanno avallato  i criteri e i requisiti necessari per rientrare nella percentuale di merito per la “fascia”. In data 30/10/2017 è stata emanata un altra delibera,n.1061,con cui si poteva presentare nuovamente la domanda per permettere agli esclusi il 38%del personale circa  di rientrare nella progressione orizzontale dal 01/01/2018.
Ma ad oggi non risulta che l’Azienda abbia provveduto neanche alla nomina della Commissione che deve esaminare le domande pervenute. Sono passati oramai diversi mesi e  i lavoratori sono in fermento perché oramai per loro questa risulta esser l’ennesima presa in giro. La nostra segreteria UGL Sanità Matera  in data 27/03/2018 ha inviato una Nota in cui chiedeva i motivi di tale ritardo, considerando che in delegazione trattante è stato individuato il budget per riconoscere il beneficio di questo istituto contrattuale ai  lavoratori che nel 2017 sono rimasti fuori dalla progressione economica.
Oggi durante la prima Delegazione Trattante i nostri Rappresentanti RSU Bigherati Marco e Camilla Pontillo hanno consegnato una nota a Verbale per chiedere nuovamente chiarimenti in merito. La ASM ha risposto che entro Giugno dovrebbe esser nominata la Commissione Esaminatrice. Noi saremo vigili sull’argomento per dare le giuste risposte ai lavoratori che tutti i giorni ci chiedono Chiarimenti a riguardo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *