Un Matera tutto cuore batte il Trapani

Matera-Trapani 2-1

MATERA: Musacco, Manetta, Fedi, Villagatti, Di Fusco, Provenzano, Capolei (70’Scarpato), Logrieco, Del Sorbo, Giannone, Ancora (85’Losicco). A disp.: Lorello, Cannella, Cirillo, Spilabotte, Formuso. All. Cadregari

TRAPANI: Castelli, Alletto, Daì, Pagliarulo, Filippi, Pirrone, Barraco, Calabrese, Perrone (46’Lupo), Montalbano (75’Ficarrotta), Madonia (79’Mastrolilli). A disp.: Dolenti, Colletto, Lo Bue, Cianni. All. Boscaglia

ARBITRO: Monaco di Tivoli; assistenti Abruzzese e Lobozzo di Foggia

RETI: 4’Capolei, 21’Madonia, 58’Giannone

AMMONITI: Musacco, Logrieco, Del Sorbo, Castelli, Pirrone e Montalbano.

NOTE: espulso il tecnico materano Cadregari per proteste

Un Matera grintoso supera il Trapani nella 14esima giornata del campionato di seconda divisione. Per i biancazzurri la vittoria interna mancava dallo scorso 3 ottobre contro il Brindisi; per i siciliani è il primo ko esterno.

Parte bene la formazione di casa ed al 4’ va in vantaggio: cross dalla sinistra di Ancora, Capolei si inserisce coi tempi giusti e batte Castelli. I ragazzi di Cadregari hanno voglia, il Trapani fatica a prendere le contromisure: al 10’ Ancora, sempre dalla sinistra, mette in mezzo, Del Sorbo prova a concludere ma viene rimpallato, tiro di Giannone e Castelli si supera, deviando in angolo.

Al 21’, alla prima vera chance, il Trapani pareggia: punizione di Montalbano e Madonia, dimenticato nel cuore dell’area materana, spizza la palla quel tanto che basta per superare Musacco. In precedenza, proprio a causa del fallo fischiato dall’arbitro, il tecnico Cadregari è stato espulso per proteste. Il gol subìto non scalfisce il morale del Matera, davvero voglioso. E’ sempre Ancora che crea i maggiori problemi per la difesa trapanese; il suo tiro, al 42’, finisce sull’esterno della rete.

La ripresa è vivace; Logrieco tenta il gol da manuale, dopo 50 metri palla al piede, ma il suo tiro è alto. Poi, al 58’, il gol del nuovo vantaggio biancazzurro: Lupo parte sul filo del fuorigioco, ma tira addosso a Musacco, la difesa materana rinvia lungo pescando Giannone, che sfugge alla retroguardia ospite e, appena entrato in area, trafigge Castelli. La reazione dei trapanesi è tutta nel debole colpo di testa di Pirrone, bloccato senza problemi da Musacco.

Finisce così, dopo 4 minuti di recupero. Per il Matera è una vittoria importante, dopo la pesante cinquina di domenica ad Aversa.

Nel prossimo turno, i biancazzurri saranno di scena in Ciociaria, contro l’Isola Liri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *