‘Una domenica notte’ a Pisticci

E’ giunta anche a Pisticci centro la carovana di “Una domenica notte”, il primo lungometraggio di Giuseppe Marco Albano, talentuoso regista originario di Bernalda. Le riprese iniziate il 6 settembre a Viggiano tocchano varie locations della Lucania. L’idea è quella di fare cinema e cultura nella propria terra in maniera indipendente e attivando processi di promozione del territorio. Il film è infatti interamente ambientato in Basilicata e prodotto dalla bernaldese Camarda Film. Questa volta, dopo la tappa di Tinchi, a fare da set a “Una domenica notte” la centralissima Piazza Umberto I. Sarà proprio la scena girata a Pisticci a chiudere il lavoro del regista lucano, già conosciuto per “Il Cappellino”, “XIE ZI” e “Stand by me”. Un gruppo di talentuosi ballerini di Latina, i Modulo Project, ha girato e rigirato la scena finale fino a notte fonda, sotto gli occhi attenti di Albano e della sua troupe. La storia messa a soggetto da Antonio Andrisani, l’attore protagonista, è quella di un 46enne che vuole girare film horror, ma si trova relegato in un paese di provincia. Il sogno non si spegne e trova i fondi per girare un film semplice con un solo personaggio ed un’unica location. Ma iniziate le riprese si rende ben presto conto che la realtà che lo circonda è molto più impressionabile del film che sta realizzando. La presenza del regista Albano a Pisticci non è nuova, visti i rapporti in corso con il Lucania Film Festival. Un’occasione unica di visibilità per il centro metapontino, da qualche anno Città del Cortometraggio. Il cast è di tutto rispetto con Anna Ferruzzo e Claudia Zanella, Ernesto Mahleux, vincitore di un David di Donatello con il film “L’imbalsamatore”, Alfio Sorbello che ha anche lavorato in Baaria di Tornatore. Colonna sonora di Dario Brunori con “Una domenica notte” che dà il titolo al lavoro autoctono lucano. Giovedì e venerdì riprese ancora nel territorio pisticcese presso l’Hotel Masseria “Torre Fiore” in contrada Terranova.

Angelo D’Onofrio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *