V giornata internazionale di radiologia ‘La senologia aperta a tutti’

“Sono qui per dirvi grazie per il lavoro che avete svolto in tutti questi anni, grazie per il fatto che qui non si molla mai, qualunque cosa succeda, grazie soprattutto perché una istituzione pubblica ha valore nella misura in cui riesce a consentire alla generazione successiva di ripartire da dove è arrivata la precedente e di riprendere un cammino mantenendo gli standard e anzi, come nel vostro caso, addirittura migliorandoli”. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, partecipando questa mattina, insieme al direttore generale della Asl Bari Vito Montanaro, all’iniziativa “La senologia aperta a tutti” che si è svolta presso l’Unità Operativa complessa di radiologia – Sezione di Senologia dell’Ospedale San Paolo di Bari, in occasione della V Giornata Internazionale di Radiologia (IDOR 2016).
“Avete resistito a tutti i luoghi comuni – ha continuato Emiliano – avete avuto la grande capacità di connettere il reparto con il territorio e con la comunità, avete realizzato qualcosa in più che una struttura sanitaria, avete costruito un ganglo fondamentale della nostra comunità. Questo è un luogo che rappresenta per moltissime persone un punto di riferimento. I grandi cambiamenti – ha sottolineato Emiliano – non dipendono mai dai singoli, certo ai grandi cambiamenti servono i singoli, serve ciascuno e serve la capacità del lavoro di squadra. Bene, questo è uno dei luoghi dove il lavoro di squadra  è centrale”.
A proposito poi della ipotesi del rafforzamento dell’Oncologico, Emiliano ha rassicurato che “le novità amministrative introdotte di recente non sono minimamente orientate ad indebolire questo presidio bensì a dare a ciascun presidio la sua vocazione”.
“Noi siamo convinti – ha detto il Presidente – di dover ancora di più investire sulle vostre vocazioni specifiche e di rafforzare ulteriormente il vostro presidio. Grazie a voi e alla discussione avuta con voi, dopo l’incertezza iniziale, abbiamo preso la decisione più giusta, quella cioè non solo di lasciare qui la Breast unit ma di rilanciarla ulteriormente. Questo è l’esempio di come la comunità, con le sue riflessioni e con la sua capacità di organizzarsi, può orientare le scelte della politica. Questo ospedale è davvero una opportunità straordinaria”.
L’evento, al quale ha partecipato il direttore (ff) dell’Unità Operativa complessa di radiologia del San Paolo Paola D’Aprile, è stato organizzato dalla direzione Strategica della ASL di Bari, con il supporto della Presidenza della Regione Puglia, consapevole dell’importanza che l’imaging radiologico ha assunto in tutto il mondo nella diagnosi e nella cura del paziente. In particolare, l’imaging del seno (breast imaging) è stato scelto come tema principale della giornata, per evidenziare l’importante ruolo della diagnostica radiologica nella diagnosi e nella gestione delle malattie del seno ed in particolare delle neoplasie mammarie. Hanno partecipato all’evento anche le Associazioni di Volontariato che forniscono supporto operativo all’interno dell’Ospedale San Paolo, ospedale che, ricordiamo, è riconosciuto con due Bollini rosa quale struttura  particolarmente orientata e attenta alla salute delle donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *