Verso lo sport: giochi senza barriere in rete con il territorio, chiusura del progetto in Provincia

Nella giornata odierna l’assessore allo Sport, Antonio Montemurro, il dirigente del settore, Francesco Menzella, e il capo di gabinetto, Damiano Porcari, hanno ricevuto i partecipanti del progetto, realizzato dall’associazione sportiva “AIAS Pegaso” di Matera, “Verso lo sport: giochi senza barriere in rete con il territorio”. Il progetto, patrocinato dal Comitato Italiano Paraolimpico (CIP), dall’Amministrazione provinciale di Matera e dalla FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettive e Relazionali), è stato presentato all’Assessorato allo Sport e Tempo libero della Provincia nell’ambito del Piano provinciale annuale per lo sport 2010.

“Favorire attraverso la pratica ludico-motoria-sportiva l’inclusione sociale e la cultura per lo sport, – ha dichiarato l’assessore al ramo, Antonio Montemurro – coinvolgendo gli atleti e i dilettanti di tutte le età, famiglie, gruppi di coetanei, pubblico, per intensificare il senso di appartenenza alla comunità e quindi al territorio, è il successo del progetto promosso dall’AIAS. Un programma lungo un anno che ha coinvolto soggetti in età evolutiva e adulti, sia fisicamente autonomi sia non autonomi in manifestazioni realizzate a Matera, Montescaglioso, Pomarico e Marina di Pisticci. Oggi la manifestazione conclusiva con la Marcia dei partecipanti verso il Palazzo della Provincia di Matera ha visto questi campioni di sport consegnare all’Amministrazione la “chiave” a simbolo della chiusura del Progetto.”

“L’attività ludico-motoria – ha concluso il presidente dell’Ente, Franco Stella – educa, tra le altre cose, ai valori della lealtà e del rispetto delle regole. Elementi fondanti le società democratiche che, investendo nella meritocrazia, sono in grado di produrre sviluppo ed eguaglianza. Il lavoro esemplare, che è stato messo in pratica dall’AIAS, sostiene, inoltre, la certezza che l’autostima rappresenti lo stimolo per progredire nello sport e nella vita, e che a livello pratico tutto questo si trasforma, di fatto, in riuscita nella vita quotidiana.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *