Vietata la commercializzazione delle cozze tarantine

Le cozze nere coltivate nel piccolo seno del Mar Piccolo a Taranto, un’area con 24 operatori, non potranno più essere commercializzate, perché a rischio. La fonte proviene direttamente dalle Asl, che hanno effettuato i controlli del caso. Il livello di Pcb, a cui da tempo sono sottoposti, sono superiori alla norma, pertanto il Dipartimento di prevenzione della Asl ha inviato al primo cittadino di Taranto, Ippazio Stefano, il divieto temporaneo di vendita.

L’amministrazione tarantina avverte i consumatori della genuinità delle altre cozze prodotte altrove, invitando a non acquistare il prodotto dagli abusivi ma solo dai rivenditori della filiera controllata. La polizia municipale vigilerà sul rispetto dell’ordinanza, impedendo la raccolta nell’area contaminata dal pericoloso inquinante di natura industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *