Vincenzo Zara presenta la nuova ‘squadra’ dell’Università del Salento

università salentoVincenzo Zara è il nuovo rettore dell’Università del Salento. La nomina è avvenuta stamane, presso presso l’Aula Y1 dell’Edificio ‘Angelo Rizzo’, sita nel Complesso Ecotekne di Monteroni. Una nuova squadra di governo, composta da quattro prorettori. Un numero che sembrerebbe esiguo, ma comunque efficace (si presume) per gestire l’Ateneo nel migliore dei modi. La disposizione sarà gerarchica, con a capo il Rettore, un prorettore vicario e altri tre incaricati di dirigere una singola area dipartimentale. Prorettore vicario è stato nominato il professor Vittorio Boscia; seguono poi la professoressa Maria Enrica Frigione per l’area scientifica; il professor Lucio Antonio Giannone per l’area umanistica e la professoressa Olga Lombardi per quella economico-giuridica.

Zara ha esordito con una promessa: “O cambiamo passo o non ci sono speranze per il nostro Ateneo”, come per replicare ad alcune dichiarazioni anonime apparse sulla stampa, che considerano alle stregue di un tradimento questa significativa non continuità con la precedente amministrazione Laforgia. “I miei obiettivi da raggiungere – ha detto Zara – sono rimasti gli stessi prefissati in campagna elettorale”.

Il Rettore ha conservato per sé diverse deleghe, tra cui quella ai servizi informatici, alla valorizzazione della ricerca e al personale. Le altre, invece, sono state assegnate ad altri collaboratori. Il professor Mauro Biliotti conserva quella al bilancio; internazionalizzazione e fund raising al prof. Giovanni Aloisio; il prof. Giovanni Aloisio sarà responsabile della razionalizzazione amministrativa. “Particolarmente impegnativo l’incarico rivolto agli studenti e affidato al prof. Giuseppe Patisso – ha spiegato Zara – suddiviso in orientamento, tutorato e job placement. L’obiettivo, molto ambizioso, risiede in quello della creazione di un sistema che accompagni lo studente dal termine della scuola superiore all’inserimento lavorativo post-universitario”.

Alla professoressa Letizia Gaeta è stato commissionato il settore ‘Conoscenza, ricerca e messa in valore dei beni culturali’. “Un nome che a me personalmente piace moltissimo” ha riferito Zara. Le questioni giuridico istituzionali vanno alla professoressa Maurizia Pierri, mentre invece la Ricerca è affidata alla prof. Ilaria Romeo. Zara, infine, ha previsto la possibilità di istituire apposite “commissioni tecniche” impegnate per la verifica di problematiche specifiche e tre gruppi di lavoro su progettualità scientifica, didattica ed internazionalizzazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *