Aeroporto ‘Gino Lisa’ di Foggia, si riaprono spiragli nella trattativa con l’UE

Gli assessori al Bilancio, Raffaele Piemontese e all’Agricoltura, Leo di Gioia, comunicano che la Commissione Europea – DG Concorrenza, ha inviato una lettera alla Rappresentanza permanente italiana presso la Ue sulla questione dei presunti aiuti di Stato per l’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia.
Le autorità italiane sono state invitate a notificare alla Ue una nuova versione del progetto, modificata alla luce di una nuova riunione tecnica e all’invio di ulteriore documentazione che chiarisca la ammissibilità dei finanziamenti per l’ampliamento dell’aeroporto di Foggia, in modo da non far scattare la procedura per gli aiuti di Stato, vietati dalla normativa europea.
“Si riapre – commentano Piemontese e di Gioia – uno spiraglio nella trattativa con le strutture dell’Unione Europea , esattamente come ha sempre sostenuto la Regione Puglia che escludeva che il cofinanziamento regionale potesse essere considerato un aiuto di Stato visto anche che la struttura serve un’area difficilmente raggiungibile come il Gargano. Adesso le nostre strutture tecniche riprenderanno i contatti con la Commissione Europea in modo da stabilire una idonea modalità per consentire l’avvio dei lavori per l’allungamento della pista e dare a Foggia una moderna pista aperta ai voli per tutta l’Europa e interconnessa al più ampio sistema trasportistico pugliese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *