Consiglio Regionale di Basilicata, i dati dell’attività svolta nel 2015

Nel 2015 il Consiglio regionale di Basilicata si è riunito per 46 giorni (in tutto 32 sedute, la più lunga delle quali è durata 5 giorni) ed ha approvato 53 leggi. Delle 55 leggi promulgate (di cui tre approvate nel 2014, mentre una legge approvata nel 2015 è stata promulgata nel 2016), 40 sono originate da disegni di legge presentati dalla Giunta e 15 da proposte di legge dei consiglieri regionali. Ottantacinque le mozioni presentate (di cui 30 approvate), 63 gli ordini del giorno, 273 le interrogazioni presentate nel 2015, di cui 150 hanno ricevuto risposta (domani nella riunione dell’Assemblea uno spazio consistente sarà dedicato alle interrogazioni in scadenza), 98 gli atti amministrativi presentati, 22 le riunioni dell’Ufficio di Presidenza e 26 quelle della Conferenza dei capigruppo, 185 le riunioni tenute dalle Commissioni permanenti, che nel 2015 hanno licenziato 211 fra proposte di legge ed atti amministrativi sui 299 presentati.

Sono questi i numeri dell’attività del Consiglio regionale nel 2015, raccolti in un documento presentato dai componenti dell’Ufficio di Presidenza dell’Assemblea (il presidente Piero Lacorazza e il vicepresidente Francesco Mollica) nel consueto incontro di inizio anno con i giornalisti. L’incontro è stato moderato dal presidente dell’Ordine dei giornalisti e dell’Assostampa della Basilicata, Mimmo Sammartino e Umberto Avallone. Presenti inoltre i responsabili degli organismi istituzionali che collaborano con l’Assemblea: il difensore civico Antonia Fiordelisi, il garante dell’infanzia Vincenzo Giuliano, la presidente della Crpo Angela Blasi e la presidente del Corecom Giuditta lamorte.

Il 15 dicembre 2015 è stato approvato in prima lettura il nuovo Statuto della Regione Basilicata. La prima Commissione permanente (Affari istituzionali) ha dedicato 39 sedute all’esame del testo, di cui 12 dedicate ad audizioni con 22 soggetti, 377 emendamenti esaminati, 14 incontri pubblici complessivi sul territorio con oltre 1500 presenze, oltre 100 interventi e 11 documenti presentati.

Tra le principali leggi approvate nel 2015 quelle che riguardano la riorganizzazione dell’attività amministrativa dell’Alsia, le disposizioni in materia di patrimonio culturale, l’artigianato, il Sistema integrato per l’apprendimento permanente ed il sostegno alle transizioni nella vita attiva, la conservazione e valorizzazione del patrimonio geologico, la riforma dell’Arpab, il riordino delle funzioni provinciali, l’istituzione dell’Ente di governo per i rifiuti e le risorse idriche della Basilicata, le norme in materia di controllo sul bilancio degli enti.

Ma si segnalano anche normative su temi sociali, quali l’istituzione del servizio regionale per garantire il sostegno alle adozioni e agli affidamenti familiari, le nuove norme in materia di interventi regionali per la prevenzione  e la lotta al fenomeno di usura ed estorsione, le provvidenze a favore di familiari o accompagnatori residenti in Basilicata di soggetti affetti da patologie particolarmente gravi e o invalidanti, il contrasto al disagio sociale mediante l’utilizzo di eccedenze alimentari e non, gli incentivi per la manutenzione, la rimozione e lo smaltimento di piccoli quantitativi di materiali o rifiuti contenenti amianto.

Sono state inoltre implementate alcune misure per migliorare la trasparenza delle procedure e rafforzare la funzione legislativa. Nel 2015, inoltre, il Consiglio regionale ha promosso le alcune iniziative per la promozione dell’identità e della cultura, con i progetti Basilicata 2019, scaviamo il futuro (per la valorizzazione del patrimonio archeologico lucano), Basilicata 2019, un futuro senza barriere (per l’affermazione dei diritti delle persone con disabilità e il sostegno del turismo accessibile) e Basilicata 2019, parco culturale (per la promozione del paesaggio, dei parchi letterari e delle fondazioni), con le celebrazioni per i 100 anni della Grande Guerra, con il progetto per promuovere la lettura dei quotidiani nelle scuole, con il percorso della memoria e la pubblicazione della rivista di Arte e letteratura “Appennino”, con la riapertura della biblioteca del Consiglio regionale. Sono state infine intraprese iniziative volte a migliorare l’accessibilità dei servizi informativi dell’ente, con l’audiolettura delle notizie pubblicate nell’agenzia quotidiana web Consiglio Informa e con il tg web settimanale Lis, un nuovo servizio informativo realizzato con la collaborazione del Corecom Basilicata.

 

Potenza, 11 gennaio 2015

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *