Il Matera coglie un pareggio sul terreno della Juve Stabia

Juve Stabia-Matera 1-1
JUVE STABIA: Russo, Romeo (63’Carrotta), Contessa (74’Liotti) Obodo, Polak, Carillo, Cancellotti, Maiorano, Diop, Nicastro (37’Gomez), Lisi. All. Zavettieri. A disposizione: Polito, Natravil, Atanasov, Rosania, Mauro, Grifoni, Gatto, Mascolo.
MATERA: Bifulco, Di Lorenzo, Tomi (89’Albadoro), De Rose, Ingrosso, Piccinni, Rolando (86’Gammone), Iannini, Infantino, Armellino, Carretta. All. Aprile (al posto dello squalificato Padalino). A disposizione: Biscarini, De Franco, Zanchi, Zaffagnini, Scognamillo, D’Angelo, Pagliarini.
ARBITRO: Gianni Bichisecchi di Livorno; ASSISTENTI: Luigi Lanotte e Salvatore Marco Dibenedetto
RETI: 13’Infantino (M), 84’Lisi (JS)
AMMONITI: Romeo, Cancellotti, Gomez, Di Lorenzo, Carrotta, Iannini. Espulso Rolando

Il Matera non va oltre l’1-1 al ‘Menti’ di Castellammare di Stabia nella 27esima giornata del girone C della Lega Pro. Partenza blanda nei primi 10 minuti, poi la gara si infiamma. Al 12’ Nicastro, in rovesciata, prova a sorprendere Bifulco, ma la palla finisce di poco a lato. Neanche un minuto dopo arriva il gol del Matera: corner di Armellino, la palla sbuca nell’area piccola e Infantino è lesto a gonfiare la rete. Per l’attaccante di Tolve è la sesta rete in maglia biancazzurra. Al 19’ Rolando serve ancora Infantino, ma la sfera finisce alta sopra la traversa. La formazione di casa perde per infortunio Nicastro, sostituito da Gomez. Nel Matera è sempre Infantino a creare i presupposti per calciare a rete, come al 43’, quando la sua conclusione si spegne a lato.
Nella ripresa il Matera gestisce il vantaggio, mentre le azioni imbastite dagli stabiesi sono piuttosto sterili. Ma il cambio operato da Zavetteri (fuori Romeo per Carrotta) dà linfa al suoi: al 70’ ci prova Diop, ma la sua conclusione è debole. Al 72’ Gomez sferra un tiro da 35 metri, la palla si stampa sulla traversa e termina fuori. Padalino effettua il primo cambio al 75’ (fuori Armellino dentro Casoli), ma sono le ‘vespe’ a fare la gara e colgono i frutti della supremazia all’84’: Obodo recupera la palla al limite dell’area di rigore ospite e serve Lisi che batte Bifulco. Rolando, poi, commette una seconda ingenuità nell’arco di pochi minuti (sostituito, prende a calci la retina della recinzione) e l’arbitro lo manda anzitempo negli spogliatoi. Padalino si gioca l’ultima carta, inserendo Albadoro per Tomi e dando più peso all’attacco, ma la gara finisce 1-1.
Il Matera raggiunge quota 42 punti e fallisce la chance di mantenere invariato il distacco dalle dirette concorrenti per i play-off. Nulla è perduto, e mercoledì al ‘XXI Settembre’ contro il Martina Franca c’è l’occasione per il riscatto

foto: archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *