In Basilicata 435 imprese si occupano dell’organizzazione dei matrimoni

Sono 435 le imprese lucane che si occupano di matrimoni: 285 di vestiti da cerimonia, 133 di confezioni di altro abbigliamento sempre ‘elegante’, 13 di bomboniere, 3 di organizzazione delle cerimonie e uno di catering. Numero che aumenta se consideriamo i ristoranti e le sale, che oscillano intorno alle 170 unità. I numeri sono stati elencati dalle associazioni di categoria più rappresentative del settore, ovvero Confcommercio, Confesercenti e Confartigianato di Potenza.
”Diminuiscono i matrimoni celebrati (tra il 16 e il 20% in meno rispetto al 2015), ma aumentano le attività legate alle nozze e insieme il loro business. Insomma come nel film ‘Prima o poi mi sposo’, sembrerebbe meglio lavorare intorno, e dentro, i matrimoni piuttosto che compiere il grande passo. – si legge nella nota – Quello dei matrimoni è un business con un giro d’affari che, a livello nazionale, supera i 7 miliardi di euro. Ogni coppia spende, in media, da un minimo di 15 mila euro, sino ad un massimo di 50-55 mila euro per il giorno del matrimonio, dagli abiti, alle bomboniere, agli addobbi floreali, al bacchetto nuziale, al viaggio di nozze. Un’attività fondamentale per le strutture lucane che ospitano il ricevimento, e per tutti quelli che concorrono alla preparazione di questa giornata, e che devono vincere la concorrenza spietata delle strutture limitrofe di Puglia e Campania. Pertanto, un ruolo decisamente rilevante spetta alle strutture che si occupano del pranzo-cena che è uno degli aspetti che rende indimenticabile il matrimonio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *